Amaro in bocca: è quanto rimasto a Sebastian Vettel al termine del Gran Premio del Canada, nel quale il leader della classifica mondiale ha condotto la corsa per 69 giri e mezzo, cedendo la vetta a Jenson Button solamente nella seconda parte dell’ultimo giro. L’errore compiuto proprio a pochi km dal traguardo è inusuale per un pilota che ha sempre ostentato estrema freddezza, ma comunque non intacca minimamente la sua prima posizione in graduatoria.

L’alfiere della Red Bull ha espresso le sue sensazioni: “Certamente sono dispiaciuto – ha detto in conferenza stampa – Penso sia stata una gara molto difficile dall’inizio alla fine e l’abbiamo guidata per tutti i giri, eccetto l’ultimo, o parte di esso. Credo di esser stato troppo conservativo quando ero in testa dopo l’ultima safety car; non mi sono creato un sufficiente gap poiché stavo cercando di mantenere un discreto divario rispetto alle macchine dietro”.

Purtroppo per lui, la rimonta di Button è stata poi veemente: “Ho cominciato a vedere Jenson apparire negli specchietti, stavo spingendo e pensavo sarebbe stato abbastanza per giungere alla fine, ma ovviamente così non è stato, poiché ho commesso un errore – ha ammesso Sebastian con sincerità – È dipeso da me, ho bloccato il posteriore un po’ e quel che dopo devi fare è lasciar scorrere la vettura e andare un po’ lungo, purtroppo c’è solo una linea ed io sono finito nel bagnato, dunque per lui è stato facile passarmi”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Amaro in bocca: è quanto rimasto a Sebastian Vettel al termine del Gran Premio del Canada, nel quale il leader […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-130611-vettel-canada.jpg Sebastian Vettel: “Sono stato conservativo dopo l’ultima safety car”