Sebastian Vettel è riuscito a strappare il podio nella gara di questo pomeriggio a Silverstone, sebbene abbia visto il suo compagno Mark Webber e il capoclassifica Fernando Alonso aumentare il loro gap nella classifica iridata. Per il due volte Campione del Mondo dunque è stato un pomeriggio dolceamaro, dal momento che non è mai sembrato in grado di poter insidiare le prime due posizioni.

L’alfiere della Red Bull non si interessa troppo di chi abbia vinto: “Non c’è stato alcun momento nel quale abbia pensato al fatto che vincesse Mark e non Fernando – ha messo in luce – Se non mi fosse stato più e più volte dai media non avrei nemmeno saputo quanti punti ciascuno di noi ha (risata, ndr). Per adesso non ha affatto significato. Ciò che è importante è che alla fine della stagione siamo lì in alto, e ogni altra cosa risulta secondaria. Ci siamo riusciti due volte sinora, e siamo consapevoli di quel che ci vuole per fare ciò. Qualche volta sono i piccoli passi che contano. Di certo vincere è l’obiettivo e chiaramente non ci sono riusciti a Silverstone, poiché ho perso troppo tempo all’inizio per essere in posizione per recuperare. Alla fine eravamo davvero vicini a Fernando, un po’ un peccato”.

Vettel ha poi esaminato le caratteristiche attuali della RB8: “Abbiamo avuto una buona vettura fin dall’avvio, una macchina che ci ha portato almeno nella top five in ogni gara – ha analizzato in seguito – E abbiamo visto come veloce possa accadere il passaggio dalla 1° posizione alla 5°, quindi dobbiamo essere soddisfatti. Vorrei anche aggiungere che abbiamo una delle macchine più solide poiché abbiamo avuto solamente un ritiro. Dunque sì, direi che il pacchetto è buono, e di sicuro buono abbastanza per attaccare nelle prossime corse”.

Tuttavia la testa è rivolta al Campionato, tenendo conto che questo per Sebastian è il primo podio dopo quello raggiunto in aprile in Bahrain: “Sicuramente è da qualche parte nel retro della mia mente, ma non ci sto pensando per tutto il tempo, lascio ciò agli altri – ha concluso – Voglio attaccare in ogni gara e, certamente, vincerle, perché ciò porta il maggior numero di punti. Ma alla fine è importante concludere in zona punti, poiché ci sono ancora molte corse da affrontare e al termine ogni punto conta. Probabilmente non contava così tanto che non arrivassi sul podio da quasi tre mesi. Di certo sarei stato più felice se avessi vinto, nonostante ciò è stato un grande risultato per il team”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Sebastian Vettel è riuscito a strappare il podio nella gara di questo pomeriggio a Silverstone, sebbene abbia visto il suo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-080712-vettel.jpg Sebastian Vettel guarda già avanti: “Sarà importante essere in alto a fine stagione”