La Red Bull Racing e Sebastian Vettel non si sono messi troppo in evidenza durante i test invernali sin qui disputati (almeno sul giro secco), ma nessuno pare dubitare della competitività della RB7: non a caso il tedesco viene ancora considerato il favorito per la conquista del titolo iridato.

Il campione del mondo in carica, in ogni caso, preferisce non sbilanciarsi, sottolineando che soltanto in Australia si potranno capire i valori in campo. “È molto difficile dirlo all’inizio. Non ho un vantaggio per il fatto di portare il numero 1 sulla macchina: ovviamente è una bella sensazione, e un grande riconoscimento per lo scorso anno”, ha dichiarato a Crash.net.

“Spero che questo mi abbia reso più forte, ma, comunque, si prospetta un campionato lungo e impegnativo”.

Il ritorno del KERS e l’introduzione dei pneumatici Pirelli avranno secondo Vettel un grosso impatto sulle gerarchie in griglia. “Sembriamo disporre di una macchina competitiva, ma è troppo presto per dire qualcosa di preciso. Dobbiamo aspettare e vedere come andranno le cose”.

“Questi numerosi cambiamenti hanno richiesto un lungo lavoro durante lavoro per fare in modo che il pacchetto sia pronto in vista dell’inizio della stagione. Senza dubbio è un periodo molto intenso e stiamo cercando di fare tutto il massimo possibile, ma non si è mai pronti abbastanza…”.

Sulle coperture, invece, Vettel commenta: “Sono molto diverse rispetto al 2010, ma ancora una volta sono le stesse per tutti: penso sia impossibile pensare di effettuare un solo pit-stop, magari addirittura due. Sarà necessario fare almeno tre o quattro cambi gomme, il che renderà i Gran Premi interessanti”.


Stop&Go Communcation

La Red Bull Racing e Sebastian Vettel non si sono messi troppo in evidenza durante i test invernali sin qui […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-070311-01.jpg Sebastian Vettel: “Avere il numero 1 non mi darà vantaggi”