Sebastian Vettel, nonostante la Red Bull possa presentarsi in Australia senza gli ultimi aggiornamenti, risulta a pieno diritto il grande favorito per il Mondiale 2012. Il tedesco ha come obiettivo quello di conquistare il 3° Titolo consecutivo, cosa che lo eleggerebbe fra i più grandi piloti della storia di questo sport, per di più ad appena 25 anni.

L’lfiere della scuderia austriaca accetta di buon grado il ruolo assegnatogli: “Generalmente colui che vince l’anno precedente è di solito fra i favoriti per la stagione successiva – ha raccontato al The Guardian – La scorsa annata è stata quasi senza errori e se vedo i passi avanti che la squadra ha compiuto è incredibile. Non si hanno questo tipo di stagioni molto spesso. Anche se si guarda agli anni che Michael (Schumacher, ndr) ha avuto, quando dominava, noi abbiamo fatto qualcosa di speciale. Gli ultimi due anni siamo arrivati con alcune soluzioni molto intelligenti ed è normale che, dopo un po’, la gente lavori per copiarti”.

Addirittura Vettel rivela un particolare al quale pare difficile credere: “Penso che l’anno scorso non avessimo una vettura forte come nel 2010, ma eravamo più forti come team – ha detto a sorpresa – Le regole cambiano e ciò è parte della Formula 1. Comunque solo perché sai come vincere un Campionato non significa che dimentichi tutti i piccoli passi che si sono compiuti. Se ho appena finito il mio debrief con la scuderia allora potrei andarmene per la cena, ma non lo farei. Se commetto un errore, ok, succede. Non appena ho fatto ogni cosa per trovarmi al vertice nel mio sport allora sarò a posto. Quello è il motivo per il quale dopo sono felice di lavorare”.

Comunque Seb ritiene che questo tipo di atteggiamento faccia parte della vita: “È la stessa cosa come per ogni altro sport: hai bisogno di passione per aver successo – ha infine evidenziato – Sì, essere un pilota da corsa è un lavoro un po’ speciale, ma, generalmente, se non ti piace ciò che fai allora non ti sentirai davvero bene. Ovviamente, correndo in Formula 1, tutti noi siamo molto fortunati poiché stiamo facendo qualcosa che abbiamo amato sin da bambini ed ora è il nostro e guadagniamo molti soldi. Dunque per noi, come piloti, è grandioso. E quando divieni di successo è ancora meglio”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Sebastian Vettel, nonostante la Red Bull possa presentarsi in Australia senza gli ultimi aggiornamenti, risulta a pieno diritto il grande […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-060312-vettel.jpg Sebastian Vettel accetta il ruolo di favorito: “Normale che sia così”