“Punizione eccessiva ed inutile” – queste le parole dell’avvocato della Renault Ali Malek di fronte alla corte d’appello di Parigi riunitasi oggi nella capitale francese per il caso inerente la squalifica del team transalpino.

“Questo caso non merita più di un rimprovero” – ha commentato Malek ai quattro giudici presenti in aula – “Queste decisioni così drastiche dovrebbero essere prese solo in caso di violazione volontaria della regola. E’ stato un errore voluto dalla Renault? No. Le uniche persone che sapevano erano due meccanici. Nessun’altro era a conoscenza della cosa, compreso il muretto box ed il pilota. Ci sono stati una serie di eventi sfavorevoli”.

Dall’altra parte la FIA continua a sostenere che la punizione è giusta e che la vettura di Alonso non avrebbe dovuto lasciare la pit lane. “L’automobile non doveva scendere in pista. I meccanici sono ingaggiati dalla Renault, perciò non possono giustificarsi aggrappandosi alle loro procedure difettose” – ha dichiarato Paul Harris, avvocato della FIA.

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

“Punizione eccessiva ed inutile” – queste le parole dell’avvocato della Renault Ali Malek di fronte alla corte d’appello di Parigi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_mosleyint.jpg Scontro Renault – FIA alla corte d’appello di Parigi