Dopo l’entusiasmante esito delle qualifiche, solo un punto per la Sauber a Shanghai: Kamui Kobayashi ha concluso infatti al 10° posto davanti al compagno di squadra Sergio Perez. I due giovani alfieri del team svizzero non hanno lesinato grinta e determinazione, ma sulla distanza hanno ceduto entrambi terreno nei confronti degli avversari.

Il giapponese, autore di una brutta partenza della seconda fila, ha spiegato: “Non sono davvero sicuro di cosa sia successo allo start. La macchina semplicemente non si è mossa, cosa molto strana, e ho subito perso posizioni. Poi sono rimasto a lungo bloccato nel traffico, abbiamo effettuato in ritardo il secondo pit-stop e le gomme erano ormai finite”.

“Spesso abbiamo recuperato in gara dopo qualifiche negative, ma oggi è successo il contrario. Non è andata come ci aspettavamo, ma abbiamo dimostrato di essere forti sia al sabato che alla domenica: la prossima volta cercheremo di mettere tutto insieme”.

Perez, dopo la favolosa 2° piazza in Malesia, si è ritrovato fuori dalla top-ten nonostante, per una breve fase durante il valzer delle soste ai box, abbia persino condotto la corsa. “Devo ammettere di essere piuttosto deluso. Ero scattato benissimo, e per tutto il primo stint stavo viaggiando forte”, ha raccontato il messicano, che ha scelto di puntare su una strategia di due soli pit-stop.

“Ma quando ho montato i pneumatici a mescola media ho perso competitività. Credo che sarebbe stato meglio effettuare tre soste, ma non si può mai sapere. Inoltre avevo qualche problema nel ripartire a causa della frizione. Queste però sono le corse, faremo meglio nel prossimo Gran Premio”.


Stop&Go Communcation

Dopo l’entusiasmante esito delle qualifiche, solo un punto per la Sauber a Shanghai: Kamui Kobayashi ha concluso infatti al 10° […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-150412-01.jpg Sauber delusa in Cina: solo un punto con Kobayashi