Il Gran Premio della Cina ha rappresentato la prima bandiera a scacchi vista dalle Williams nel corso di questa stagione, dopo che entrambi i piloti erano stati costretti al ritiro nelle prime due gare. Un piccolo passo avanti per una scuderia che comunque non può certo accontentarsi del 13° posto di Rubens Barrichello e del 18° di Pastor Maldonado.

Sam Michael, direttore tecnico della scuderia di Grove, ha analizzato in breve l’andamento del fine settimana cinese: “Sebbene sia stato positivo vedere che i miglioramenti sull’affidabilità hanno riguardato entrambe le vetture, non siamo per nulla soddisfatti di non aver totalizzato alcun punto al termine”, ha dichiarato senza fronzoli.

Ora l’appuntamento è previsto fra tre settimane in Turchia e dunque saranno realizzate molte modifiche sulle monoposto: “Introdurremo un fondo piatto modificato, una nuova ala anteriore, una nuova ala posteriore e nuovi condotti per la frenata su entrambe le macchine – ha continuato Michael nella disamina – Ci aspettiamo che questo ci dia ulteriori decimi per aiutare i nostri piloti ad entrare nella top ten”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Il Gran Premio della Cina ha rappresentato la prima bandiera a scacchi vista dalle Williams nel corso di questa stagione, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-190411-michael-cina.jpg Sam Michael punta sui nuovi aggiornamenti della Williams per la Turchia