Fine settimana sfortunato per la Renault, di ritorno a Enstone a mani vuote senza neanche la soddisfazione di un punto in classifica. Nonostante questo nel team francese sono soddisfatti del rendimento che la R30 ha avuto in gara; ottima la performance sul passo gara che però sfortunatamente non si è concretizzata in un buon risultato. "Tutto il nostro duro lavoro del Venerdì e del Sabato è stato annullato dall'incidente alla prima curva" – ha dichiarato il polacco Robert Kubica (11°) – "Del fumo è fuoriuscito dalla monoposto di Webber e Sutil non vedendomi mi ha colpito. Mi sono girato e le gomme si sono surriscaldate, ho dovuto anticipare la sosta. Senza questo inconveniente saremmo potuti arrivare decimi e prendere punti. Comunque la macchina ha lavorato bene, non ha avuto grossi problemi".

Ritirato per un banale errore il debuttante Vitaly Petrov (DNF): "Ho fatto una partenza fantastica portandomi in undicesima posizione. Ero più veloce di Barrichello e stavo per attaccarlo, poi ho preso troppo aggressivamente un cordolo e la vettura si è destabilizzata. Ho fatto un pit per far controllare ai meccanici, purtroppo una sospensione si è danneggiata. Il danno non è stato riparabile e mi sono ritirato. Una gara deludente ma sono comunque soddisfatto".

Prestazione opaca, priva di acuti ed abbastanza inconsistente per le Toro Rosso, lontane dalla zona punti. Il miglior classificato del team di Faenza è stato lo spagnolo Jaime Alguersuari (13°): "E' stato positivo concludere la prima gara della stagione. C'è ancora tantissimo da migliorare, vorremmo essere in grado di lottare per la zona punti. Per quanto riguarda me, sono molto più in forma rispetto l'anno scorso. Questa pista è stata ostica per noi, ora analizzeremo tutti i dati raccolti".

Molto deluso ed amareggiato è sembrato lo svizzero Sebastien Buemi (DNF): "Ho avuto una pessima partenza ed un brutto primo giro. Le gomme non hanno risposto come volevo, sono stato in lotta per gran parte della corsa con de la Rosa e Jaime. Nel finale poi, a tre giri dalla bandiera a scacchi, ho avuto un guasto".

Grande entusiasmo invece in casa Lotus, capace di portare nel primo Gran Premio entrambe le vetture al traguardo, al contrario delle dirette concorrenti Virgin ed Hispania. Ha concluso a sole cinque posizioni dalla zona punti il finlandese Heikki Kovalainen (15°): "E' stato ottimo portare le vetture al traguardo. La mia non ha avuto il minimo guasto, mentre so che Jarno ha accusato problemi nel finale. Finora abbiamo raggiunto ogni obiettivo che ci eravamo prefissati, siamo riusciti perfino a battagliare con diversi team nelle prime fasi. Anche le gomme hanno retto bene. Ora puntiamo all'Australia".

Grande prestazione anche per il pescarese Jarno Trulli (17°), quindicesimo fino a poche tornate dal termine: "Ho fatto una buona partenza evitando l'incidente alla prima curva, ma sono dovuto andare sulla ghiaia perdendo diverse posizioni. Poi ho spinto ed ho recuperato il gruppo di piloti davanti a me. La vettura a questo punto ha cominciato a sottosterzare parecchio, ma al pit i meccanici sono stati bravi a risolvere il problema. Poi ho ripreso a tirare ma alla fine un guasto idraulico mi ha fatto perdere tantissimo tempo. Siamo orgogliosi di aver reso possibile tutto questo in soli sei mesi. Come dice Tony, la Lotus tornerà a vincere, ed io spero che quel giorno sarò ancora qui".

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Fine settimana sfortunato per la Renault, di ritorno a Enstone a mani vuote senza neanche la soddisfazione di un punto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Kubica.jpg Sakhir, Report Day 3: Renault e Toro Rosso a quota zero. Lotus soddisfatta del lavoro svolto