Ormai appurato che la Mercedes almeno per il momento non è in grado di puntare alla vittoria, si può definire molto soddisfacente il risultato ottenuto oggi dalla ex Brawn. Diciotto punti non sono pochi e l'unico rammarico della giornata potrebbe essere quello di non aver sfruttato i problemi meccanici della RB6 di Vettel: "Ho avuto una gran partenza ed alla fine del primo giro ero quarto" – ha commentato Nico Rosberg (5°) – "Poi però non sono riuscito a tenere dietro Lewis ed ho perso la posizione. Nel finale ho provato a raggiungere Vettel ma non ce l'ho fatta. Comunque è un buon inizio, sono sicuro che miglioreremo".

Ottimo il neo debutto del sette volte campione del mondo Michael Schumacher (6°): "Dopo tre anni di astinenza, sono felice di dire che oggi mi sono divertito in pista. Ora sono molto più fiducioso e sicuro del nostro potenziale, la squadra sta lavorando bene; progrediremo molto durante la stagione".

Subito dietro le quattro maggiori forze del mondiale, spunta decisa la Force India, ormai solidamente una realtà dopo i progressi fatti dal 2008 ad oggi. Ben due i punti raccolti da un autorevolissimo Vitantonio Liuzzi (9°): "Sono davvero contento. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, ovvero raccogliere punti. E' stata una gara davvero difficile ma alla fine possiamo ritenerci soddisfatti di come la vettura ha risposto. Davanti abbiamo solo top team, è il massimo che potevamo fare. Ora aspettiamo l'Australia, dove avremo degli aggiornamenti tecnici che potrebbero farci guadagnare qualcosa".

Coinvolto in un incidente alla partenza e per questo arretrato in classifica è risultato il tedesco Adrian Sutil (12°): "Almeno ho finito la corsa. Dopo l'incidente alla prima curva non potevo fare di più. E' stata una buona gara ma dopo quel contatto non avevo speranze di finire a punti. Non so cosa sia successo, ho visto una nuvola di fumo, non l'ho potuta evitare e mi sono toccato con qualcuno".

Il punto conquistato oggi non ha soddisfatto la Williams, come dichiarato da Rubens Barrichello (10°): "E' bello avere un punto, ma in tutta onestà ci aspettavamo di più. La concorrenza è molto agguerrita e colmare il gap dai primi sarà difficile. Vogliamo essere più avanti".

Debutto difficoltoso per il campione in carica di GP2 Main Series Nico Hulkenberg (14°): "E' stato un esordio duro e difficile oggi per me. Ho evitato l'incidente allo start ma ho perso diverse posizioni, poi qualche tornata più tardi sono andato in testacoda. E' stato un week-end poco facile, dobbiamo crescere".

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Ormai appurato che la Mercedes almeno per il momento non è in grado di puntare alla vittoria, si può definire […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rosberg1.jpg Sakhir, Report Day 3: Mercedes non al top ma costante. Force India e Williams centrano la zona punti