Non c'è molta soddisfazione nel motorhome della Williams dopo la sessione di qualifica. Sono solo due, infatti, i decimi di secondo che hanno separato il team di Grove dall'ammissione alla Q3. Frustrante, considerando anche che uno dei primi dieci posti è stato occupato da una Renault, data come più lenta nei pronostici prestagionali.

"Credo che oggi non è andata malissimo" – ha commentato Rubens Barrichello (11°) – "Non siamo veloci quanto vorremmo, ma c'è anche da dire che abbiamo avuto diversi problemi in questo week-end. In Q2 ero distante un solo decimo da Jenson. Domani comunque potremo sfruttare le gomme nuove".

Duro ma non da buttare via il debutto del talentuosissimo Nico Hulkenberg (13°): "Speravo di ottenere di più ma la vettura oggi non era perfetta, non sono riuscito a combinare un giro buono. Arrivare in Q3 è davvero difficile. L'unica certezza ora è che la gara di domani sarà dura per tutti".

Molto peggio è andata alla Sauber, mestamente posizionatasi nelle zone di rincalzo; sorprendentemente lenta, la C29, la quale doveva essere la sorpresa del mondiale 2010, è riuscita a mettersi alle spalle, oltre alla Toro Rosso, le sole new entry.

"Non posso dire di essere soddisfatto" – ha confessato Pedro de la Rosa (14°) – "Pensavamo di essere molto più veloci, anche se questo tracciato è davvero nero per la nostra macchina. Ho anche io delle colpe, visto che ho commesso un paio di errori importanti. La gara di domani non sarà facile, ho paura che le gomme si surriscaldino eccessivamente. Tutto sommato però, mi sono divertito. Non effettuavo una sessione di qualificazione da tre anni".

Dello stesso parere il nipponico Kamui Kobayashi (16°): "Siamo più lenti del previsto. Abbiamo problemi nella parte sconnessa della pista e dobbiamo capire meglio come lavorano gli pneumatici. Puntiamo alla top ten, ma sarà difficile".

Ancora più indietro la Toro Rosso, la quale sembra essere ancora stazionata nel ruolo di ultima tra i team che hanno una certa esperienza in Formula 1. La squadra di Faenza non è riuscita infatti ad inserirsi nella lotta per la top ten smentendo le voci che la davano come possibile sorpresa. Comunque buona la prestazione di Sebastien Buemi (15°): "E' più o meno quello che ci aspettavamo, ovvero essere in lotta con la Williams, la Sauber e Petrov. Come sempre mi è stato detto che avrei potuto fare meglio, io penso non di molto però, forse due decimi. Domani spero di arrivare a punti".

Deludente la qualifica di Jaime Alguersuari (18°), eliminato già in Q1: "Ho fatto un errore nel mio giro decisivo. Il livello di grip era basso e sono scivolato fuori pista. Domani posso migliorare, ma la zona punti è lontana".

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Non c'è molta soddisfazione nel motorhome della Williams dopo la sessione di qualifica. Sono solo due, infatti, i decimi di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/barrichello.jpg Sakhir, Report Day 2: Williams e Sauber falliscono l’obiettivo Q3. Toro Rosso anonima