Il buongiorno, almeno per stavolta, non si è visto dal mattino. Alla Mercedes le ottime prestazioni del Venerdì non hanno assicurato una buona posizione in griglia, visto che i due driver della casa tedesca sono apparsi abbastanza in difficoltà nei confronti delle dirette rivali Ferrari, Red Bull e McLaren.

"A dire il vero, anche se siamo consapevoli di essere un pochino più lenti sul giro secco, oggi ci aspettavamo di più" – ha commentato senza entusiasmo Nico Rosberg (5°) – "Ho avuto molto sovrasterzo e la vettura non era perfettamente stabile in certi tratti. Le gomme poi si surriscaldano troppo velocemente, domani la chiave della corsa sarà proprio sugli pneumatici. Se la fortuna ci assiste, lotteremo per il podio".

E' apparso sereno e molto soddisfatto invece Michael Schumacher (7°): "Sono contento del settimo posto odierno considerando il mio lungo periodo di inattività. Per pura coincidenza, è la stessa posizione che avevo in griglia nel mio gran premio di debutto a Spa, nel 1991. Il team ha lavorato sodo e siamo fiduciosi per domani e per il proseguo della stagione".

E' riuscita invece nell'impresa di centrare la top ten la Renault, che dopo un inverno abbastanza difficile si è comunque piazzata davanti le concorrenti principali. Un risultato arrivato anche grazie ad un magistrale lavoro di Robert Kubica (9°): "Il mio obiettivo oggi era centrare la Q3, ma sono lo stesso deluso per la posizione. Potevo fare meglio, ho fatto un errore nel giro decisivo che mi è costato minimo quattro decimi. Comunque è stata una giornata positiva, abbiamo un quadro chiaro della situazione e confidiamo molto nello sviluppo futuro della R30. Domani sarà una gara dura".

Eccitato come un bambino il debuttante Vitaly Petrov (17°): "E' un risultato normale per me, è la mia prima qualifica. Puntavo alla Q2 e ce l'ho fatta. Mi sono divertito tantissimo, domani sarà una corsa interessantissima".

Una delle sorprese della Q3 è stata sicuramente la Force India, considerata una vettura poco performante con il serbatoio scarico. Determinante è stato il pilota tedesco Adrian Sutil (10°), molto competitivo fin dalla giornata di ieri: "Sono molto contento. E' un ottimo inizio di stagione, dobbiamo essere orgogliosi di questo risultato. Siamo gli unici a partire con mescola dura, sono molto fiducioso. La nostra vettura rende benissimo quando è scarica. Siamo competitivi".

Nervoso invece Vitantonio Liuzzi (12°):  "Sono davvero incavolato. Non siamo riusciti a capire cosa sia successo alla vettura, nelle libere era tutto apposto mentre in qualifica abbiamo avuto grossi problemi di trazione. Ora dobbiamo capire cosa è successo per essere in forma domani".

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Il buongiorno, almeno per stavolta, non si è visto dal mattino. Alla Mercedes le ottime prestazioni del Venerdì non hanno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rosberg2.jpg Sakhir, Report Day 2: In difficoltà la Mercedes. Renault e Force India nella top ten