La seconda sessione di prove libere di scena al Bahrain International Circuit di Sakhir registra un netto predominio dell’alfiere Mercedes Nico Rosberg, perfettamente in grado di sfruttare al meglio delle condizioni climatiche ideali nonostante la presenza di un po’ di ‘sporco’ in pista nelle fasi iniziali della manche.  

Il tedesco, autore di un perentorio 1:55.409, ha abbassato di oltre un secondo il crono siglato da Adrian Sutil all’apertura delle ostilità in mattinata, precedendo di quattro decimi la McLaren dell’ex campione del mondo Lewis Hamilton e la MGP W01 del compagno di squadra Michael Schumacher, che ha confermato ulteriormente l’ottimo momento vissuto dalle monoposto concepite a Stoccarda. 

A ridosso della top 3 si è piazzato Jenson Button, che per buona parte della sessione ha lavorato sulle simulazioni di gara senza incontrare particolari difficoltà nel ‘regolare’ le ambizioni del portacolori della Red Bull Sebastian Vettel e del sorprendente rookie di casa Williams Nico Hulkenberg. 

Settimo nella tabella dei tempi il brasiliano Felipe Massa, che a dispetto di una digressione oltre i cordoli dell’ultima curva ha saputo avere ragione del diretto inseguitore Vitaly Petrov e del compagno di colori Fernando Alonso, nono al termine con un ritardo di oltre un secondo dal leader Rosberg. 

Il compito di chiudere la top ten è spettato allo spagnolo Pedro de la Rosa, in grado di lasciarsi alle spalle il sempre arrembante Kamui Kobayashi, autore di un sorpasso ai danni di Jaime Alguersuari e di una successiva incomprensione con il nipote d’arte Bruno Senna tanto da vedersi costretto a ‘tagliare’ per le vie di fuga. 

Attardato il dominatore della prima sessione Adrian Sutil, soltanto dodicesimo in graduatoria, mentre un inconveniente è occorso a Jaime Alguersuari, sedicesimo, protagonista di un testacoda che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori per la sua Toro Rosso.  

Nelle retrovie la Lotus si conferma almeno per il momento più redditizia nei confronti della Virgin, visto che il duo composto da Heikki Kovalainen e Jarno Trulli, rispettivamente diciottesimo e diciannovesimo in classifica, ha tenuto dietro Timo Glock e Lucas Di Grassi.  

Tempi alti per Senna, che si è dovuto accontentare di percorrere 17 passaggi subendo un distacco di undici secondi e mezzo dal crono fatto segnare da Rosberg. Nelle fasi finali il paulista ha parcheggiato la vettura a bordo pista dopo aver registrato un problema alla sospensione posteriore destra.  

Qualche guaio di troppo nel box della Toro Rosso, con Sebastien Buemi che si è dovuto limitare all’installation lap a causa di problemi tecnici tutti da verificare. Estremamente tribolato l’esordio nel Mondiale di Karun Chandhok, che nonostante il gran lavoro portato avanti dai meccanici dell’Hispania nella speranza di consentirgli l’ingresso in pista si è trovato suo malgrado costretto a guardare gli altri girare.

Va evidenziato il notevole traffico che ha caratterizzato l’intera manche, capace di proporre delle piccole scaramucce persino tra il ferrarista Alonso e il driver Red Bull Vettel, con lo spagnolo impegnato a valutare la bontà del pacchetto F10 in scia ad un’altra monoposto. Messa a punto non del tutto soddisfacente per la McLaren, dal momento che Hamilton si è più volte lamentato per l’instabilità del retrotreno nella curva 6 e per il graining sullo pneumatico posteriore destro.

Classifica Libere 2

01. Nico Rosberg – Mercedes – 1:55.409
02. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – +0.445
03. Michael Schumacher – Mercedes – +0.494
04. Jenson Button – McLaren Mercedes – + 0.667
05. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – +1.050
06. Nico Hulkenberg – Williams Cosworth – + 1.092
07. Felipe Massa – Ferrari – +1.146
08. Vitaly Petrov – Renault – +1.341
09. Fernando Alonso – Ferrari – +1.731
10. Pedro de la Rosa – Sauber Ferrari – +1.846
11. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – +1.943
12. Adrian Sutil – Force India Mercedes – +1.952
13. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – +2.043
14. Vitantonio Liuzzi – Force India Mercedes – +2.424
15. Robert Kubica – Renault – +2.746
16. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – +4.390
17. Mark Webber – Red Bull Renault – +5.035
18. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – +5.464
19. Jarno Trulli – Lotus Cosworth – +5.581
20. Timo Glock – Virgin Cosworth – +6.628
21. Lucas Di Grassi – Virgin Cosworth – +6.779
22. Bruno Senna – HRT Cosworth – +11.559
23. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – senza tempo
24. Karun Chandhok – HRT Cosworth – senza tempo

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

La seconda sessione di prove libere di scena al Bahrain International Circuit di Sakhir registra un netto predominio dell’alfiere Mercedes […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/nicos.jpg Sakhir, Libere 2: Mercedes in grande spolvero con Rosberg 1° e Schumacher 3°. Bene Hamilton (2°), Massa 7° e Alonso 9°