C’è solo Fernando Alonso a poter guardare da vicino i tubi di scarico delle Mercedes: ma le frecce d’argento, così come in Australia e Malesia, sono inarrivabili anche in Bahrain.

Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno chiuso rispettivamente al primo e secondo posto la prima sessione di prove libere sul circuito nel deserto di Sakhir, dove la Mercedes punta tutto per allungare il gap con gli inseguitori: una manovra che sembra riuscire alla perfezione, visto che Alonso è comunque staccato di due decimi e mezzo, mentre il resto del gruppo (guidato da un Hulkenberg sempre più in forma) si schiaccia tra outsider e top driver in ordine sparso.

Capita così che Button e Raikkonen precedano Magnussen e Kvyat, che Perez stia davanti a Vettel, e che Ricciardo sparisca addirittura dietro a Felipe Nasr, che esordisce con la Williams al posto di Bottas per questa prima sessione.

In novanta minuti che hanno riservato comunque molta azione in pista, e molti errori su un tracciato ancora particolarmente sporco, spicca quanto successo in Ferrari, proprio con Alonso: l’asturiano è stato costretto a fermarsi, dopo pochi metri percorsi in pit-lane, perché messo in pista con tre gomme dure e una morbida, contravvenendo al regolamento.
Alonso dovrebbe scampare eventuali penalità, visto che non ha comunque preso la via della pista ma è stato spinto di nuovo nel suo box.

Sakhir, Libere 1 – Classifica

1. Lewis Hamilton – Mercedes – 1:37.502
2. Nico Rosberg – Mercedes – 1:37.733 – +0.231
3. Fernando Alonso – Ferrari – 1:37.953 – +0.451
4. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1:38.122 – +0.620
5. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1:38.636 – +1.134
6. Kimi Raikkonen – Ferrari – 1:38.783 – +1.281
7. Kevin Magnussen – McLaren-Mercedes – 1:38.949 – +1.447
8. Daniil Kvyat – Toro Rosso-Renault – 1:39.056 – +1.554
9. Sergio Perez – Force India-Mercedes – 1:39.102 – +1.600
10. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1:39.389 – +1.887
11. Felipe Massa – Williams-Mercedes – 1:39.533 – +2.031
12. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Renault – 1:39.862 – +2.360
13. Felipe Nasr – Williams-Mercedes – 1:40.078 – +2.576
14. Daniel Ricciardo – Red Bull-Renault – 1:40.406 – +2.904
15. Adrian Sutil – Sauber-Ferrari – 1:40.652 – +3.150
16. Pastor Maldonado – Lotus-Renault – 1:40.793 – +3.291
17. Jules Bianchi – Marussia-Ferrari – 1:40.$89 – +3.387
18. Giedo van der Garde – Sauber-Ferrari – 1:40.913 – +3.411
19. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1:41.036 – +3.534
20. Max Chilton – Marussia-Ferrari – 1:41.794 – +4.292
21. Robin Frijns – Caterham-Renault – 1:42.417 – +4.915
22. Marcus Ericsson – Caterham-Renault – 1:42.711 – +5.209


Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

C’è solo Fernando Alonso a poter guardare da vicino i tubi di scarico delle Mercedes: ma le frecce d’argento sono inarrivabili anche in Bahrain.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/bah_2014_lib1_hamilton.jpg Sakhir, Libere 1 – Doppietta Mercedes anche in Bahrain, Alonso insegue