Il campione è tornato: Sebastian Vettel ritrova la forma 2011 e vince da assoluto dominatore il Gran Premio del Bahrain, dopo aver guidato la gara dal primo all’ultimo giro partendo dalla pole position ottenuta ieri.

Vettel ha imposto un ritmo nettamente superiore a quello del resto del gruppo, staccando subito Hamilton, secondo alla prima curva, e da lì portando la sua Red Bull al traguardo resistendo ai tentativi, mai veramente arrivati in porto, delle Lotus.

Proprio le due Lotus sono le protagonsite del Gran Premio di oggi: Raikkonen torna sul podio in F1 con uno splendido secondo posto, ottenuto nonostante la partenza in undicesima piazza, Grosjean ha tenuto il ritmo del compagno di squadra, rimanendogli davanti in realtà nei primi due stint grazie ad una strategia più favorevole, e trovando il primo podio della sua carriera in F1.

A completare un’incredibile giornata per la Renault, il quarto posto di Mark Webber, che porta quattro auto motorizzate dalla casa francese nelle prime quattro posizioni: una risposta secca alla Mercedes, che solo sette giorni fa in Cina aveva monopolizzato il podio con Rosberg e le due McLaren.

Proprio Rosberg, che in queste ore del dopo gara sarà sotto investigazione per due manovre di difesa “al limite” su Alonso ed Hamilton, ha limitato i danni di una Mercedes non brillante, chiudendo quinto nonostante alcuni problemi agli scarichi.

Sia Rosberg che Vettel, appena passato il traguardo, hanno poi parcheggiato le loro auto all’uscita della pit-lane, senza completare il giro d’onore.

Completano la Top 10 lo splendido sesto posto di Paul di Resta, ottenuto in volata annullando la rimonta di Fernando Alonso, settimo davanti ad Hamilton, Massa e Schumacher.

Se quest’ultimo può sorridere per il punto conquistato dopo la disastrosa qualifica di ieri e la penalità per aver sostituito il cambio, i Ferraristi escono invece ancora da una gara frustrante, con una vettura troppo lenta in rettlineo per provare a rimontare posizioni.

Solo tre problemi in tre pit-stop, infatti, hanno arretrato Hamilton fra le due rosse, con l’inglese che perde così la vetta della classifica iridata cedendola proprio a Vettel.

Fuori dai punti Sergio Perez, undicesimo davanti ad Hulkenberg e al compagno di squadra Kobayashi, bravo a superare all’ultimo giro Vergne nella lotta per la tredicesima posizione. Il francese ha così preceduto il compagno di squadra Ricciardo, quindicesimo dopo una partenza disastrosa che dalle prime file lo ha costretto per l’intera gara a lottarsi la posizione con Petrov.

Il russo ha preceduto il compagno di squadra Kovalainen, classificato diciassettesimo davanti a Button (ritirato, in realtà, a pochi giri dalla fine per un guasto alla sua McLaren), con Glock diciannovesimo davanti alle HRT di de la Rosa e Karthikeyan.

Ritirate le Williams di Senna e Maldonado, entrambe per problemi tecnici, così come la Marussia di Pic.

Termina così un appassionante gara in Bahrain, in uno dei GP più contestati nella storia della Formula 1. L’appuntamento è ora per i test infrastagionali del Mugello, mentre per tornare a gareggiare dovremo attendere il week-end dell’11, 12 e 13 Maggio, per il Gran Premio di Spagna a Barcellona.

Classifica

01. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 57 giri
02. Kimi Räikkönen – Lotus Renault – +3.333
03. Romain Grosjean – Lotus Renault – +10.194
04. Mark Webber – Red Bull Renault – +38.788
05. Nico Rosberg – Mercedes – +55.460
06. Paul Di Resta – Force India Mercedes – +57.543
07. Fernando Alonso – Ferrari – +57.803
08. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – +58.984
09. Felipe Massa – Ferrari – +1:04.9999
10. Michael Schumacher – Mercedes – +1:11.490
11. Sergio Perez – Sauber Ferrari – +1:12.702
12. Nico Hulkenberg – Force India Mercedes – +1:16.539
13. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – +1:30.334
14. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso Ferrari – +1:33.723
15. Daniel Ricciardo – Toro Rosso Ferrari – a 1 giro
16. Vitaly Petrov – Caterham Renault – a 1 giro
17. Heikki Kovalainen – Caterham Renault – a 1 giro
18. Jenson Button – McLaren Mercedes – a 2 giri
19. Timo Glock – Marussia Cosworth – a 2 giri
20. Pedro de la Rosa – HRT Cosworth – a 2 giri
21. Narain Karthikeyan – HRT Cosworth – a 2 giri
22. Bruno Senna – Williams Renault – a 3 giri

Ritirati

23. Pastor Maldonado – Williams Renault – 25 giri
24. Charles Pic – Marussia Cosworth – 24 giri

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Il campione è tornato: Sebastian Vettel ritrova la forma 2011 e vince da assoluto dominatore il Gran Premio del Bahrain, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-220412-01b.jpg Sakhir, Gara: Vettel domina e vince, sul podio con le Lotus