A Melbourne le prestazioni della Mercedes non sono state molto convincenti, senza segnare un evidente cambio di passo rispetto al 2010. Il team principal Ross Brawn, tuttavia, preferisce lavorare per tirare fuori il massimo dall’attuale pacchetto, piuttosto che pensare ai prossimi aggiornamenti che saranno introdotti sulla W02.

“C’è una serie di novità in programma, ma credo che serva focalizzarsi su ciò che abbiamo attualmente a disposizione. La base c’è: bisogna fare in modo che tutto funzioni in armonia durante il week-end, e a quel punto ritengo che sia possibile essere più competitivi”, ha dichiarato Brawn. “Abbiamo dei buoni ingredienti che, semplicemente, non stiamo ancora sfruttando come si deve”.

“Nel 2010 abbiamo imparato una lezione. Non abbiamo compiuto troppe modifiche verso la fine dell’anno, ma eravamo diventati più veloci ottimizzando il pacchetto”.

La monoposto di Nico Rosberg e Michael Schumacher sarà oggetto di significativi “updgrades” con l’inizio della stagione europea, in occasione degli appuntamenti di Istanbul e Barcellona.

Quanto alle difficoltà incontrate in Australia, Brawn spiega: “I piloti non riuscivano a comprendere il comportamento della vettura da una curva all’altra, e da qui veniva fuori una certa incosistenza dei tempi sul giro”.

“Inoltre abbiamo avuto alcuni problemi con varie componenti, non soltanto con il KERS. Durante il fine settimana abbiamo dovuto poi fare un piccolo intervento sull’alettone posteriore, perché avevamo rilevato un’instabilità aerodinamica mai riscontrata in precedenza”.

Il team di Brackley resta comunque fiducioso: “So che c’è del potenziale, va soltanto tirato fuori”.


Stop&Go Communcation

A Melbourne le prestazioni della Mercedes non sono state molto convincenti, senza segnare un evidente cambio di passo rispetto al […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-010411-01.jpg Ross Brawn: “La Mercedes deve sbloccare il suo potenziale”