C’è anche la mano di Rory Byrne nello sviluppo della monoposto che la Ferrari metterà in campo nella stagione 2014 di Formula 1, in cui assisteremo a una vera e propria rivoluzione tecnica determinata dalle novità regolamentari.

Il tecnico sudafricano, ora 69enne, si era ritirato dalla categoria regina alla fine del 2006, continuando comunque a collaborare con la casa di Maranello in qualità di consulente, anche nell’ambito delle auto stradali.

A lui si deve la paternità di tutte le vetture con cui la Ferrari ha vissuto il ciclio iridato dal 1999 al 2004, insieme a Michael Schumacher.

Ad Auto Motor und Sport, riferendosi alla F138 appena presentata, Byrne ha commentato: “È una bella macchina, ma è un gioco da ragazzi rispetto a quello che ci aspetta nel 2014”.

La Ferrari ha allestito due gruppi di lavoro paralleli, guidati entrambi dal capo progettista Nikolas Tombazis: Simone Resta ha diretto lo sviluppo della F138, Fabio Montecchi segue invece lo studio della macchina 2014.


Stop&Go Communcation

C’è anche la mano di Rory Byrne nello sviluppo della monoposto che la Ferrari metterà in campo nella stagione 2014 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/f1-110213-02.jpg Rory Byrne sta collaborando con la Ferrari per la vettura 2014