C’è un retrogusto amaro nell’inizio di stagione di Romain Grosjean. Fortissimo in qualifica, il francese tra Melbourne e Sepang non è riuscito a percorrere più di cinque giri in gara: in Malesia la sfortuna si è presentata sotto forma di aquaplaning, con una uscita nella ghiaia che ha tagliato fuori dai giochi il campione in carica della GP2 Series.

“Avevamo deciso di rimanere in pista con le gomme intermedie, ma la pioggia si è fatta più intesa e c’era troppa acqua: alla curva 5 ho avuto un grosso aquaplaning e mi sono ritrovato nella sabbia”, spiega il pilota della Lotus.

“Il team è stato fantastico nel trovare il giusto assetto per l’acqua, anche se non avevamo girato prima in queste condizioni. Ho fatto una bella partenza e con il KERS sono riuscito a compiere alcuni sorpassi senza toccare nessuno. Ritrovarmi 3° dopo due curve era una sensazione fantastica”.

Poco dopo, tuttavia, la bagarre tipica delle fasi iniziali ha portato ad un contatto con Michael Schumacher: per entrambi è stato testacoda, poi il ko nel tentativo di rimonta.

Ancora a mani vuote nonostante l’ottimo potenziale espresso, Grosjean si dice comunque ottimista: “Siamo dove siamo grazie a un incredibile lavoro da parte della squadra. È un peccato non aver potuto concretizzare tutto questo, perché il nostro livello è esattamente quello che volevamo, ossia lottare per il podio. Abbiamo dimostrato di essere veloci, con un po’ più fortuna daremo battaglia al vertice”.


Stop&Go Communcation

C’è un retrogusto amaro nell’inizio di stagione di Romain Grosjean. Fortissimo in qualifica, il francese tra Melbourne e Sepang non […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-260312-04.jpg Romain Grosjean ottimista a dispetto di un altro ritiro a Sepang