Gli appassionati australiani possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. I disaccordi tra la CAMS, ovverosia la confederazione del motorsport che contribuisce all’allestimento del Gran Premio di Melbourne, e gli organizzatori sono infatti stati appianati, consentendo al week-end di gara di andare in scena come da copione il 27 marzo 2011 quale secondo appuntamento del Mondiale dopo la ‘season opener’ di Sakhir.

La CAMS è soddisfatta per l’accordo raggiunto con l’ente organizzatore – ha dichiarato il presidente Andrew Papadopoulos, intenzionato fin da subito a calmierare le tariffe per il fine settimana di Gran Premio – e ora guarda con fiducia al futuro al fine di mantenere il proprio ruolo all’interno di uno dei migliori eventi mondiali del panorama F.1, nella speranza di porre le basi per successi ancora più grandi. I nostri funzionari sono noti a livello internazionale anche perché la loro preparazione avviene seguendo elevati standard. Mi aspetto di conseguenza un insostituibile contributo affinché la gestione del Gran Premio d’Australia continui ad essere impeccabile”.

A dividere la CAMS e gli organizzatori erano intervenute questioni economiche che hanno finito col mettere in serio pericolo lo svolgimento della gara a Melbourne, dove la F.1 fa tappa dal 1996. L’Albert Park rimarrà dunque nel calendario del Circus iridato almeno fino all’edizione del 2014, quando il contratto stipulato tra Bernie Ecclestone e i promotori dell’evento giungerà alla prevista scadenza.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Gli appassionati australiani possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. I disaccordi tra la CAMS, ovverosia la confederazione del motorsport […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/melb.jpg Risolta la disputa sul Gran Premio d’Australia a Melbourne. La gara avrà luogo regolarmente