Dopo il primo giro, Daniel Ricciardo probabilmente non sperava più andare a punti sul circuito di Melbourne. Una toccata al via ha rotto la sua ala anteriore, costrigendolo a rientrare ai box per sostituire il musetto. Da quel momento l’alfiere della Toro Rosso, praticamente ritrovatosi in coda al gruppo, ha iniziato una rimonta fantastica.

“Non so ancora se sia stata colpa mia oppure no”, dichiara. “Ho toccato con l’ala anteriore una Williams e ho dovuto sostituire il musetto, ma la vettura era comunque danneggiata perché tirava da un lato”.

In Formula 1, mai dire mai: proprio all’ultimo respiro Ricciardo è riuscito a entrare in top ten, conquistando un bellissimo 9° posto al Gran Premio d’Australia.

“Il finale è stato pazzesco, stavo spingendo al massimo. Non so davvero cosa sia successo nelle fasi conclusive. Ho visto le bandiere blu e tante macchine davanti, ero sicuro che avrei potuto guadagnare almeno una posizione perché c’era confusione. Sono stato fortunato a trovarmi in fondo a quel gruppetto, perché ho potuto valutare attentamente cosa stava succedendo”, racconta l’australiano.

“Ho avuto così la chance di attaccare Jean-Eric (Vergne, suo compagno di squadra). Si è difeso alla Curva 13 ma ho potuto riprovarci e alla fine son passato nono”.

Una prestazione che certamente legittima la fiducia ricevuta da Daniel con la promozione nel team faentino, dopo la non facile esperienza del 2011 con la HRT. E quasi c’è un po’ di rammarico: “Avrei potuto fare persino di più. La monoposto era molto competitiva, nonostante tutto. Sono comunque felice di aver ottenuto i miei primi punti qui a casa, in Australia. Il pubblico è stato meraviglioso per tutto il week-end”.


Stop&Go Communcation

Dopo il primo giro, Daniel Ricciardo probabilmente non sperava più andare a punti sul circuito di Melbourne. Una toccata al […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-180312-01.jpg Ricciardo tutto cuore: rimonta e conquista i primi punti in F1