Dopo le tre settimane di pausa dalla trasferta magiara, che ha sancito il termine della prima parte di stagione, il Circus iridato si appresta a riaccendere i motori sul leggendario tracciato di Spa Francorchamps.

Il Direttore Prestazioni di Pista della Renault Rémi Taffin ha fatto il punto della situazione su quelli che saranno gli obiettivi del motorista francese sulla propria pista di casa, vista l’affinità linguistica che c’è tra Francia e Belgio.

“Chiudiamo la pausa estiva affrontando il più difficile di tutti i circuiti. Spa-Francorchamps è una compilation di superlativi. È il tracciato più lungo della stagione, con condizioni meteo potenzialmente molto variabili; in un solo giro il motore funziona a pieno regime per più di 75 secondi, un test impietoso per i meccanici. Per disporre della massima potenza, quasi tutti i nostri clienti useranno propulsori nuovi. Vista la mole di lavoro, vincere a Spa-Francorchamps per un motorista è gratificante quanto farlo a Monza”.

Il costruttore campione in carica ha poi diramato alcuni dati circa l’utilizzo del propulsore sugli oltre sette kilometri del circuito belga; la velocità media si aggira attorno ai 226 km/h, con punte di 313 km/h. I drivers staranno per il 70% del giro col piede sull’acceleratore, mentre i consumi corrispondono a 3,15 kg a passaggio e 64 kg per 100 km.

Tre sono le sezioni che mettono particolarmente in difficolta gli RS27: da La Source all’Eau Rouge, è la parte più lenta del circuito. La velocità delle vetture scende a 70 km/h e il motore rallenta a 8.700 giri. All’uscita dal tornante, la pista presenta una discesa di diversi secondi. La compressione che ne deriva esercita un’enorme pressione sul V8. Dopo il rettilineo dei box, il tracciato ha una brusca pendenza vicina al 25%, una salita paragonabile a quelle più ripide del Tour de France. In cima al Raidillon si ha una nuova inversione di forza, ancora più brutale.

Il secondo è il rettilineo di Kemmel; dall’uscita di La Source al punto di frenata prima della curva delle Combes, i motori girano alla massima accelerazione e a pieno regime per circa 23 secondi. Si tratta di un record stagionale e questa distanza straordinariamente lunga a circa 20 campi da calcio.
L’ultimo va da Blanchimont alla chicane; il secondo lungo rettilineo di Spa collega Stavelot alla chicane, passando da Blanchimont. Il motore RS27 funziona alla massima accelerazione per 20 secondi, dopodiché il pilota dovrà passare da 300 a 75 km/h per imboccare la chicane.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Dopo le tre settimane di pausa dalla trasferta magiara, che ha sancito il termine della prima parte di stagione, il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/Remi_Taffin_Renault_Sport_F1_2013.jpg Renault aguzza gli artigli per la sfida di Spa