Presente nello scorso fine settimana al celeberrimo Festival della Velocità di Goodwood, nel Regno Unito, tanto da arrivare a calarsi nell’abitacolo della McLaren Ford MP4-8 guidata dal compianto Ayrton Senna nella cavalcata trionfale di Donington 1993, l’alfiere della Red Bull Mark Webber ha ammesso candidamente di non sapere se la sua carriera nella massima formula andrà oltre il 2011, anno di scadenza dell’accordo che lo lega alla compagine con sede a Milton Keynes.

D’ora in avanti vedrò cosa fare di anno in anno – ha spiegato Webber, uscito miracolosamente illeso dal violento incidente occorsogli nel caotico Gran Premio d’Europa – può darsi che da qui alla fine del 2011 la mia fame di corse si sia esaurita. Ovviamente non è detto che vada così: se nel 2005 mi avessero chiesto dove pensavo di essere nel 2011, beh, difficilmente avrei creduto di poter correre ancora in F.1”.

Il 33enne pilota australiano precisa inoltre di non sentirsi affatto sotto pressione a causa dell’incertezza contrattuale che spesso ha caratterizzato la sua comunque lunga carriera nel Circus: “La gente pensa che un solo anno di contratto possa rappresentare un problema, ma per quanto mi riguarda non è così”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Presente nello scorso fine settimana al celeberrimo Festival della Velocità di Goodwood, nel Regno Unito, tanto da arrivare a calarsi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/webber12.jpg Reduce dal Goodwood Festival, Mark Webber confessa: “Non so se sarò ancora in F1 dopo il 2011”