Lo sviluppo della Red Bull RB7, la vettura destinata a raccogliere la pesante eredità della RB6 campione del mondo con Sebastian Vettel, potrebbe essere in ritardo sulla tabella di marcia. A riportare questa indiscrezione è il magazine tedesco Auto Motor und Sport, secondo cui il problema risiederebbe nell’integrazione del KERS.

Il direttore tecnico Adrian Newey starebbe infatti ancora pensando a dove collocare le componenti del sistema: pare che l’intenzione sia collocare le batterie in una zona della monoposto del tutto inedita da questo punto di vista.

Bisogna peraltro rimarcare che il team angloaustriaco, nel 2009, aveva rinunciato sin dal principio all’adozione del dispositivo, mentre le rivali Ferrari e McLaren furono le uniche scuderie a insistere nel suo utilizzo per tutta la stagione.

Non è ancora chiara invece la provenienza del KERS adottato dalla Red Bull. A giugno Helmut Marko, braccio destro del patron Dietrich Mateschitz, dichiarò: “Potremmo usare anche noi il sistema Renault, oppure acquistarlo dalla Magneti Marelli e adattarlo alle nostre esigenze”.


Stop&Go Communcation

Lo sviluppo della Red Bull RB7, la vettura destinata a raccogliere la pesante eredità della RB6 campione del mondo con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-291110-02.jpg Red Bull in ritardo nello sviluppo della nuova macchina per colpa del KERS?