Christian Horner, team principal del team Red Bull, ritiene che dalla questione motori di Red Bull e Toro Rosso sia emersa la necessità di un fornitore di motori indipendenti in Formula 1.

I due team sono al momento senza una fornitura di motore per la stagione 2016, dopo la decisione di divorziare dalla Renault con un anno di anticipo. Per la Red Bull, dopo aver fallito l’accordo con Mercedes, Ferrari e Honda (sull’accordo con la casa nipponica c’è stato il veto di Ron Dennis, Amministratore Delegato del Gruppo McLaren), le opzioni a disposizione di Horner sono molto limitate.

La decisione della FIA di introdurre un motore indipendente per il 2017 arriva in ritardo per salvare la Red Bull per il prossimo anno, ma l’introduzione è accolta favorevolmente dal team principale Horner. “La questione fondamentale è quale è il regolamento, e se ciò puo rivelarsi un opzione per la Red Bull. Noi riteniamo che lo sarà ma, senza dubbio, deve essere un’opzione vantaggiosa, anche dal punto di vista economico” ha affermato Horner.

Matteo Ferrera


Stop&Go Communcation

Christian Horner, team principal del team Red Bull, ritiene che dalla questione motori di Red Bull e Toro Rosso sia […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/11/f1-redbull-mexico-07112015-1-1024x576.jpg Red Bull, Horner: “Serve un fornitore di motori indipendenti”