Kimi Raikkonen ammette di avere un po’ di rammarico: a Shanghai, scattato dalla prima fila, sperava di conquistare infatti la vittoria, bissando il risultato di Melbourne. La piazza d’onore colta alle spalle di Fernando Alonso è comunque un risultato importante che conferma la competitività della Lotus, e lo colloca al secondo posto nel Mondiale, con soli tre punti in meno di Sebastian Vettel.

“Il secondo posto non era esattamente ciò che volevamo, ma nelle circostanze di oggi è il massimo che potessimo raggiungere. Non sono felice al 100 per cento perché non abbiamo vinto, però si tratta lo stesso di un bel piazzamento dopo una brutta partenza e l’incidente con Sergio (Perez, ndr), racconta a mente fredda il finlandese.

Raikkonen è stato infatti protagonista di un contatto con il messicano della McLaren, che al 16esimo giro nel tentativo di difendersi all’ingresso della Curva 6 lo ha accompagnato verso l’erba. Le due vetture si sono toccate e “Iceman” ha toccato con il musetto il retrotreno dell’avversario, senza però grossi danni. I commissari hanno poi deciso di non prendere alcun provvedimento.

“È stata abbastanza difficile, ma sono sorpreso di quanto sia competitiva la vettura. Avevamo qualche problema nel comportamento, ma abbiamo dovuto semplicemente conviverci. Eravamo lo stesso veloci”, ha concluso Raikkonen.


Stop&Go Communcation

Kimi Raikkonen ammette di avere un po’ di rammarico: a Shanghai, scattato dalla prima fila, sperava di conquistare infatti la vittoria…

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/f1-raikkonen-lotus-140413-05.jpg Raikkonen sperava di vincere, ma accetta il 2° posto