Qualifiche difficili per il team McLaren Mercedes. Secondo le previsioni di Hamilton, la vettura non è stata abbastanza competitiva e ha costretto l’inglese ad uscire mestamente in Q2, con un 14esimo tempo che mostra le difficoltà cui è andata incontro la squadra sin da venerdì. Ancora peggio è andata a Kovalainen, che non è mai apparso capace di superare la prima fase, terminando addirittura terzultimo.

“E’ quello che ci aspettavamo – ha commentato Hamiltondomani cercheremo di agguantare un punto, che sarebbe il massimo per la nostra attuale potenzialità. In realtà non eravamo lontani dalla Q3, forse le gomme non hanno lavorato al meglio e speravamo in qual cosina di più.” “Non c’era nulla da fare – ha confermato Kovalainenoggi la macchina non andava, poco grip in tutto il circuito. Non potevo fare molto meglio”.

La Toyota, invece, è stata ancora molto veloce, ma stavolta il duo Trulli-Glock si è dovuto accontentare della terza fila. Nonostante una vettura veloce e bilanciata, Brawn e Redbull e la Ferrari di Massa si sono dimostrati migliori. Glock, forse con un quantitativo di benzina minore del compagno, sperava di poter essere più in alto in griglia: “Il sesto posto non è male, soprattutto dopo le difficoltà che abbiamo avuto ieri. Certamente si sperava di essere ancora più avanti, ma sono convinto che finire sul podio non sia impossibile”. Jarno Trulli si è qualificato alle spalle del tedesco, ma è contento del risultato ottenuto. “Ho avuto qualche difficoltà nelle prime due fasi con poco carburante, poi è andata molto meglio e sono soddisfatto del mio settimo posto. La mia strategia è buona se si considera il carico di benzina”.

Nonostante i risultati non eccezionali delle prime gare, la Williams si è confermata in buona forma riuscendo a centrare la Q3 con Nico Rosberg. Il giovane pilota si è detto contento per il nono posto ottenuto, ancor di più in considerazione di una Q1 e Q2 non entusiasmanti. “Abbiamo faticato ad arrivare in Q3 a causa delle temperature, quindi il mio risultato è incoraggiante. Ho agguantato la Q3 con un gran giro ma non mi sono rimasti set di gomme e abbiamo optato per una strategia con tanta benzina”. Nakajima ancora una volta partità dietro il compagno di squadra, fuori dalla top ten. Il giapponese si è detto rammaricato per il risultato ottenuto, undicesimo a un decimo dalla Q3, lamentando una perdita di prestazione nella parte finale del giro veloce. “I punti sono il nostro obbiettivo” ha sentenziato Nakajima.

Gabriele Russo


Stop&Go Communcation

Qualifiche difficili per il team McLaren Mercedes. Secondo le previsioni di Hamilton, la vettura non è stata abbastanza competitiva e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/l_gd5d1687-2.jpg Qualifiche Spagna – McLaren, Toyota e Williams: i punti l’obbiettivo principale