Jenson Button, a differenza del compagno Lewis Hamilton sempre ad occupare le prime posizioni della graduatoria, ha giocato maggiormente a nascondersi. Non sappiamo se le sue siano difficoltà effettive oppure solo mosse per non palesare il suo intero potenziale: sta di fatto che l’inglese, dopo una prima sessione di libere con soli 6 giri all’attivo, ha concluso la giornata col 6° crono a oltre 7 decimi dal capoclassifica Michael Schumacher.

Button, nelle interviste nel paddock, ha ammesso come non sia filato tutto liscio nel lavoro svolto: “È stata una giornata un po’ difficile per me – ha detto inizialmente – Stavo cercando di trovare un buon set-up, ma il tempo freddo ha reso complicato comprendere la vettura poiché le gomme non stavano lavorando perfettamente. Domani dovrebbe essere un po’ più caldo di oggi: non capiamo esattamente la temperatura degli pneumatici e non le portiamo per ora a giusto regime”.

Jenson spera di risolvere i problemi, ma è poco plausibile pensare al Campione del Mondo 2009 indietro sulla griglia di schieramento: “Se facciamo un cambio di set-up e le temperature delle gomme si modificano di 5 o 10 gradi, allora quel cambiamento scombussola i piani – ha proseguito nella disamina – Quello è un qualcosa per noi da risolvere, ma abbiamo avuto molte informazioni utili dai run con pieno di carburante e scarichi di benzina. È stata una giornata insidiosa però ci sono molte buone informazioni da analizzare: troveremo una migliore direzione da seguire nel corso della notte”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Jenson Button, a differenza del compagno Lewis Hamilton sempre ad occupare le prime posizioni della graduatoria, ha giocato maggiormente a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-130412-button.jpg Varie difficoltà per Jenson Button: “Una giornata un po’ difficile”