La Pirelli sicuramente è stata una delle grandi protagoniste del Campionato del Mondo di Formula 1 terminato 10 giorni fa in Brasile. Infatti la Casa italiana, nonostante abbia ricevuto la notizia di essere l’unico fornitore pochi mesi prima della stagione 2011, è riuscita a consegnare oltre 35mila e soprattutto è stata decisiva per l’aumento dello spettacolo, grazie a mescole particolari che hanno incrementato i sorpassi e ampliato le possibilità strategiche.

Paul Hembery, Direttore di Pirelli Motorsport, sottolinea come questo successo non fosse proprio preventivato: “Credo che prima dell’avvio della stagione avessimo molti dubbi – ha raccontato ai media – Dovevamo avere molte cose pronte e quando siamo andati a Melbourne eravamo leggermente ansiosi. Come si può immaginare, non sapevamo esattamente cosa stesse per accadere. Di certo pensavamo che avevamo fatto tutto il possibile per offrire il meglio, pensavamo che ci eravamo preparati bene, ma fino a che non vai davvero in pista non puoi dire se hai fatto un buon lavoro o meno. Dunque molto probabilmente Melbourne è stato il momento più ansioso”.

Le Pirelli si sono dimostrate un fattore importante in corsa: “Assolutamente, forse anche di più di quanto avevamo anticipato – ha proseguito Hembery – La reazione dai fan, dai team, dai piloti e dalle TV è stata straordinaria. Ci hanno incoraggiato e ci stanno incoraggiando per andare avanti ancora di più. Quindi il nostro è stato fantastico, e siamo certamente molto felici. Le squadre capiscono in generale dove perdono tempo con le nostre gomme. In Brasile ho parlato con 12 piloti sulle sensazioni  verso le coperture e sono state tutte positive: ciò ci lascia con un gran senso di orgoglio. È stato veramente fantastico dopo una dura stagione con un rapido processo d’apprendimento ricevere solamente risposte positive”.

Ora Hembery spera che il 2012 possa essere ancora meglio: “I team principal vogliono uno sport eccitante e da quel punto di vista vogliono che noi prendiamo scelte di mescole aggressive, forse che possano sembrare abbastanza strane, ma che favoriscano ulteriormente gare entusiasmanti. Il pericolo è che se si ha una così grande stagione d’esordio allora bisogna mantenere quello standard e ciò è molto insidioso, tenere l’attenzione su tutti i dettagli e continuare a creare corse eccitanti grazie agli pneumatici. Siamo sicuramente preparati anche a cambiare le cose durante la stagione se il tutto dovesse diventare troppo facile, per trasformarle in ulteriori sfide”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La Pirelli sicuramente è stata una delle grandi protagoniste del Campionato del Mondo di Formula 1 terminato 10 giorni fa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-071211-pirelli.jpg Pirelli soddisfatta del 2011: “È stato bello ricevere solo risposte positive”