Non solo i team, anche il gommista italiano attende impaziente la gara spagnola.

Un appuntamento il cui maggior spunto di interesse riguarderà le novità tecniche che le squadre porteranno per dare una sterzata dopo un inizio deludente, oppure proseguire sulla buona strada intrapresa. Curiosità condivisa anche dalla Pirelli, come spiegato dal direttore Motosport Paul Hembery: “Si dice che Barcellona offra la rappresentazione più accurata di come andrà la stagione, perché una vettura che si comporta bene a Montmelò va bene ovunque. Lo stesso vale per le gomme, perché il circuito spagnolo è uno dei più esigenti”.

Secondo Hembery difficilmente si ripeterà quanto accaduto lo scorso anno, quando l’eccessiva usura e l’elevato numero di cambi gomme scatenarono le prime, feroci polemiche sui pneumatici: “In passato abbiamo visto fino a quattro pit stop in Spagna. Con le modifiche che abbiamo introdotto quest’anno, non dovremmo vedere più di tre soste a vettura”.

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

Il direttore Motorsport Paul Hembery curioso di vedere come le modifiche alle monoposto si sposeranno con le gomme.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/Pirelli02.jpg Pirelli pronta per Barcellona: “Non più di tre soste”