La Pirelli ha optato per un cambio di programmi in vista del Gran Premio del Bahrain, dove porterà i pneumatici a mescola media in sostituzione della soft scelta in precedenza.

Una scelta che arriva dopo la “delicata” gara di Shanghai, in cui i piloti non sono riusciti a percorrere più di sette giri con le coperture morbide. Quello di Sakhir, a causa delle elevate temperature e dello scarso grip, si prospetta come uno scenario ancora più probante per la vita delle gomme: le squadre avranno quindi a disposizione le due tipologie più durature (le medium, appunto, e le hard).

“Per i pneumatici è una delle piste più impegnative dell’anno, soprattutto a causa delle elevate temperature”, ha confermato il responsabile sportivo Paul Hembery. “Una delle principali sfide del Bahrain riguarda l’evoluzione dell’asfalto, che è molto difficile da prevedere, soprattutto per la quantità di sabbia che si deposita”.

“Sono attesi circa tre pit stop per ciascuna vettura, anche se per fare una previsione più accurata dovremmo aspettare i dati delle prove libere del venerdì. Si può prevedere che ci sarà spazio per diverse strategie”, ha anticipato Hembery, “consentendo anche a chi non è qualificato al meglio di recuperare durante la corsa”.


Stop&Go Communcation

La Pirelli ha optato per un cambio di programmi in vista del Gran Premio del Bahrain, dove porterà i pneumatici a mescola media in sostituzione della soft.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/f1-pirelli-170413-03.jpg Pirelli cambia: a Sakhir gomme medie invece delle soft