Nessuna testa pare verrà “tagliata” all’interno della Sauber dopo la squalifica avvenuta al termine del primo appuntamento stagionale in Australia, che ha sottratto al team svizzero gli ottimi 7° ed 8° posto ottenuti da Sergio Perez, all’esordio, e Kamui Kobayashi.

Le vetture sono state escluse dalla graduatoria per irregolarità rilevate all’ala posteriore mobile.

Un vero peccato per le potenzialità della vettura, come lascia trasparire lo stesso patron della scuderia, Peter Sauber, che comunque non ha intenzione di allontanare nessuno per quanto accaduto: “Per me le ferite sono ben lungi dall’essere guarite – ha affermato duramente – Non voglio dire nulla riguardo le conseguenze ma manderò un chiaro messaggio: non ci saranno licenziamenti“.

In questi giorni erano infatti circolate alcune voci sul possibile allontanamento del direttore tecnico James Key, arrivato dalla Force India soltanto lo scorso anno.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nessuna testa pare verrà “tagliata” all’interno della Sauber dopo la squalifica avvenuta al termine del primo appuntamento stagionale in Australia, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-310311-petersauber-australia.jpg Peter Sauber rassicura il team: “Nessun licenziamento dopo la squalifica”