Sergio Perez si prepara a una delle tappe più importanti della sua stagione: il Gran Premio di Gran Bretagna, quello di casa per la McLaren. Il messicano, di fronte alle difficoltà vissute in questa prima parte di campionato, sa di non poter ambire a risultati di rilievo, ma non si abbatte.

“Abbiamo bisogno di miglioramenti significativi, oggi siamo più lenti di un secondo al giro”, ha commentato senza mezzi termini. “Così non si possono vincere le gare”.

Perez ritiene che per la McLaren sia necessario bloccare in anticipo lo sviluppo della sfortunata MP4-28, per non disperdere risorse sul progetto del prossimo anno. “Dovremo dare il massimo nei mesi a venire, ma a un certo punto bisognerà concentrarsi sulla nuova macchina. Non possiamo rischiare di perdere un altro anno”.

Nonostante abbia la metà dei punti ottenuti nel 2012 con la Sauber, “Checo” vede il bicchiere mezzo pieno: “Tutto sommato sono felice. Ho imparato tanto, sono cresciuto come corridore. Mi sento più forte”.

“Quando sono arrivato alla McLaren ho capito, guardando Jenson Button, che non ero abbastanza veloce. Adesso guido in maniera molto diversa rispetto a prima”.

E pensando all’imminente weekend di Silverstone, Perez commenta: “Mi piace, solitamente qui solitamente sono competitivo. Dopo la difficile trasferta in Canada vogliamo fare di più di fronte ai nostri sostenitori”.


Stop&Go Communcation

Sergio Perez si prepara a una delle tappe più importanti della sua stagione: il Gran Premio di Gran Bretagna, quello di casa per la McLaren.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/f1-perez-mclaren-250613-03.jpg Perez vuole far bene a Silverstone per i tifosi McLaren