L'avventura del team USF1 sarebbe davvero sul punto di giungere al termine ancora prima di cominciare, a causa delle difficoltà finanziarie incontrate per via della mancanza di sponsor, come rivela anche l'autorevole New York Times. Recentemente il boss della squadra Ken Anderson aveva in effetti ammesso: "Alcuni partner ci hanno lasciato, ma siamo comunque in carreggiata".

In precedenza era stato annunciato che nella seconda metà di febbraio avrebbe dovuto esordire in pista (al Barber Motorsports Park, in Alabama) la Type 1, la vettura realizzata nel quartier generale di Charlotte. A quanto pare tuttavia non è programmata nessuna prova, e addirittura sono stati annullati i crash test che si sarebbero dovuti effettuare questa settimana in Inghilterra.

La scarsità di denaro a disposizione ha portato anche, inevitabilmente, al mancato rispetto dei contratti con i fornitori, stando a quanto si può leggere sul quotidiano newyorkese.

Ken Anderson e il direttore sportivo Peter Windsor non hanno voluto fare commenti sulla situazione. Nel frattempo pare che addirittura Chad Hurley, direttore esecutivo di YouTube e indicato spesso come "terzo uomo" della USF1, sia intenzionato a investire in un'altra scuderia.

Pure la stampa argentina, interessata alla vicenda per via di Jose Maria Lopez, confermato ufficialmente a gennaio come primo pilota ingaggiato, ritiene che la USF1 non sia in grado di essere al via del Mondiale.


Stop&Go Communcation

L'avventura del team USF1 sarebbe davvero sul punto di giungere al termine ancora prima di cominciare, a causa delle difficoltà […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-180210-03.jpg Per la USF1 il capolinea sembra sempre più vicino: mancano sponsor e soldi per sostenere l’avventura in Formula 1