Bernie Ecclestone ha ribadito ancora una volta la sua opinione: in Formula 1 ci dovrebbero essere meno squadre al via. Lo scorso anno il padre-padrone del Circus ha spesso criticato le tre compagini debuttanti per le loro scarse prestazioni, esprimendo parole di elogio soltanto per la Lotus.

“Sono contento che sia tornata la Lotus. Quando riusciranno a trovare la loro giusta dimensione, gli sponsor saranno attratti da loro e li vedremo crescere. Anche Frank Williams ha fatto così, tanti anni fa”, ha ricordato Ecclestone alla BBC.

Quanto a Virgin e Hispania il giudizio è molto più severo: “Uno o due di questi nuovi team forse non dovrebbero nemmeno essere qui, è un po’ troppo al di sopra delle loro possibilità”.

Per il boss della FOM anche il 2011 sarà “difficile” per queste due scuderie, e in effetti i test invernali non sembrano aver offerto grosse sorprese in merito. La Virgin è sempre risultata in coda al gruppo, mentre la HRT ha presentato la sua nuova vettura appena venerdì, senza però farla scendere in pista.

Il quotidiano spagnolo El Mundo Deportivo sostiene addirittura che il miliardario britannico vorrebbe abbassare a 10 formazioni il limite di iscrizioni al Mondiale, in vista del futuro Patto della Concordia che dovrebbe entrare in vigore nel 2013.

“12 scuderie sono troppe, 10 sono sufficienti”, ha sottolineato Ecclestone, secondo cui in questo modo si garanterebbe una distribuzione più equa di introiti e risorse, rafforzando la presenza degli sponsor.


Stop&Go Communcation

Bernie Ecclestone ha ribadito ancora una volta la sua opinione: in Formula 1 ci dovrebbero essere meno squadre al via. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-170311-01.jpg Per Ecclestone 12 squadre al via sono troppe: “Ne bastano 10”