Pedro de la Rosa, a due anni di distanza dall’ultima esperienza come pilota titolare ad inizio stagione al volante della Sauber, torna a far capolino nel Circus. L’esperto pilota spagnolo, per diversi anni tester della McLaren Mercedes, è approdato in HRT per dimostrare di non essere un pilota da pensione e per contribuire al processo di crescita della scuderia.

L’iberico è pronto per la nuova sfida e scalpita per scendere in pista: “Dopo un lungo weekend di duro lavoro, alla fine abbiamo fatto tutto in ottica Australia e non vediamo davvero l’ora di provare la monoposto e continuare ad imparare – ha sottolineato all’inizio – Dobbiamo cercare di sfruttare al massimo il tempo a disposizione il venerdì ed il sabato mattina per fare in modo di raggiungere le migliore condizioni possibili in qualifica ed in gara. Ci sarebbe piaciuto arrivarci con più chilometri ma penso che sia un traguardo che abbiamo raggiunto con una vettura nuova al 100% ed un team praticamente nuovo”.

De la Rosa rimane con i piedi e punta alla politica dei piccoli passi: “Il nostro obiettivo è di fare bene le cose, con serietà e pazienza – ha spiegato senza mezzi termini – L’Albert Park è una pista che mi piace molto perché ci sono molte opportunità di sorpasso e zone con staccate secche e dure frenate, oltre a varie chicane. È un tracciato dove devi guidare aggressivamente e sapere come salire sulla maggior parte dei cordoli. Gli aspetti più importante della macchina sono la frenata, la trazione e la sua velocità di punta, che è il motivo per il quale il DRS giocherà un ruolo chiave”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Pedro de la Rosa, a due anni di distanza dall’ultima esperienza come pilota titolare ad inizio stagione al volante della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-100312-delarosa.jpg Pedro de la Rosa guarda a Melbourne: “Dobbiamo sfruttare al massimo il venerdì”