Dopo lo stentato avvio in Australia, dove entrambe le vetture non si sono qualificate per la corsa, l’HRT ha raggiunto il suo obiettivo in Malesia, ovvero partecipare alla gara e vedere la bandiera a scacchi con tutti e due i piloti. Un primo passo verso un obiettivo di crescita a lungo termine, con l’esperienza di Pedro de la Rosa che potrà dare un aiuto nel scegliere la giusta direzione.

Proprio lo spagnolo ritiene che la scuderia abbia imboccato la strada giusta da seguire: “Dopo questi primi due Gran Premi arriviamo in Cina molto meglio preparati, con più chilometri ed avendo imparato molto, specialmente dopo il GP della Malesia – ha espresso nel comunicato stampa – Tutti i dati raccolti nell’ultima gara sono molto importanti per noi, poiché non dobbiamo dimenticare che non abbiamo avuto un pre-stagione. Ora abbiamo una maggiore comprensione sulle aree dove dobbiamo migliorare, ma la cosa più importante nella fase iniziale è di finire le gare”.

De la Rosa è pronto a dare il suo contributo, sebbene sappia sia necessario procedere per gradi: “Concludere le corse è il primo obiettivo per imparare e migliorare corsa dopo corsa – ha spiegato in seguito – La parte più dura viene adesso ma siamo meglio preparati. La Cina è un tracciato dove ho sempre fatto bene ed un posto che conosco altrettanto bene, sia in condizioni d’asciutto, sia sul bagnato. Non è un circuito particolarmente duro per le macchine o per i piloti, però l’aerodinamica è fondamentale”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Dopo lo stentato avvio in Australia, dove entrambe le vetture non si sono qualificate per la corsa, l’HRT ha raggiunto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-090412-delarosa.jpg Pedro de la Rosa confida nell’HRT: “Arriviamo in Cina molto meglio preparati”