Nonostante la grande esperienza da pilota e da collaudatore accumulate negli anni, anche Pedro de la Rosa sarà fra gli esordienti del GP di Singapore.

Lo spagnolo ultraquarantenne infatti non ha mai disputato l’appuntamento sotto le luci artificiali di Marina Bay e dunque ora si trova a dover affrontare un’esperienza nuova che forse, in questa fase della carriera, mai si sarebbe aspettato di poterla vivere.

De la Rosa comunque prova a evidenziare le caratteristiche della pista: “Non ho mai corso a Singapore ma conosco il circuito per il mio lavoro al simulatore come test driver per la McLaren – ha dichiarato – È un tracciato spettacolare e probabilmente il circuito più duro in frenata dell’intero Campionato, oltre a essere una gara molto impegnativa fisicamente a causa del caldo e dell’umidità. Dovremmo avere una buona prestazione poiché ci sono molte curve lente ed è abbastanza simile a Monaco”.

“In aggiunta, abbiamo un aggiornamento aerodinamico che dovrebbe aiutarci a ridurre il gap dai nostri rivali. Devo fare il massimo durante la sessione di libere per adattarmi alla pista, ma sono pronto per questa sfida”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Nonostante la grande esperienza da pilota e da collaudatore accumulate negli anni, anche Pedro de la Rosa sarà fra gli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-170912-delarosa.jpg Pedro de la Rosa all’esordio a Singapore: “GP duro per caldo e umidità”