In occasione del Gran Premio d’Italia, previsto nel prossimo weekend, Pedro de la Rosa toccherà l’importante traguardo delle 100 gare disputate in Formula 1. Il suo esordio fu nel 1999 in Australia, tra le fila della Arrows, a cui seguirono le esperienze con la Jaguar, la lunga parentesi da collaudatore McLaren (con 9 presenze da titolare) e la breve avventura con la Sauber.

“È qualcosa di molto speciale”, ammette l’alfiere della HRT, ormai 40enne. “Sono molto motivato per Monza, non soltanto perchè sarà il mio 100esimo Gran Premio ma anche perché sono certo che potremo essere più competitivi”.

Il circuito brianzolo si sposa bene con le caratteristiche della vettura iberica, che vedrà “mitigato” il suo principale tallone d’Achille: il minor carico aerodinamico rispetto alla concorrenza. “È una pista simile al Canada, dove sono importanti la velocità massima e la stabilità in frenata. Sono i nostri punti di forza”, conferma de la Rosa.

“Mi piace disputare due corse consecutive, amo la continuità, e in più Monza è uno dei miei tracciati preferiti. Per tutti questi motivi sono davvero emozionato alla vigilia di questo appuntameto”.


Stop&Go Communcation

In occasione del Gran Premio d’Italia, previsto nel prossimo weekend, Pedro de la Rosa toccherà l’importante traguardo delle 100 gare […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-040912-03.jpg Pedro de la Rosa a Monza per il suo 100esimo Gran Premio in carriera