Le Pirelli in Bahrain sicuramente si sono comportate in maniera più che decorosa su un tracciato complicato perché non affrontato dalla Casa italiana nel 2011 e per le estreme condizioni atmosferiche. Tuttavia proprio il caldo ha dato una tregua nella gara di domenica, con le temperature che non hanno raggiunto livelli impossibili come quelli che erano stati ipotizzati inizialmente.

Paul Hembery, Direttore di Pirelli Motorsport, era il primo a conoscere le difficoltà messe in preventivo: “Quello di ieri è stato certamente un Gran Premio tecnicamente molto impegnativo, su un circuito che non avevamo mai sperimentato in condizioni di gara prima d’ora – ha raccontato ai microfoni terminata la corsa – Tuttavia, abbiamo scelto di portare le nostre mescole soft insieme a quelle morbide con l’obiettivo di fornire tante opportunità diverse di strategia”.

Hembery ha poi riflettuto sulla lotta al vertice favorita anche dalle coperture nostrane: “Nonostante il degrado sia stato un fattore determinante di questa gara, condizione già evidente dalle tattiche adottate dai team in qualifica, le nostre gomme hanno risposto molto bene alle sfide cui sono state chiamate – ha detto – In particolare durante le fasi finali della gara, quando le priorità dei piloti erano proprio sulla tenuta dei picchi prestazionali: un compito gestito molto bene da tutti. La vicinanza di competitività delle performance in questo campionato, per il quale abbiamo ridotto il divario di prestazioni tra le nostre mescole, si riflette nel fatto che abbiamo quattro vincitori diversi nelle quattro gare disputate finora”.

Infine le ultime parole sono state rivolte per complimentarsi verso una scuderia in particolare: “La gara di oggi significa sicuramente un grande risultato per Lotus GP che ha piazzato due vetture nelle prime tre posizioni e ottenuto il primo podio in assoluto per il nostro ex test driver Romain Grosjean, che era proprio con noi quando abbiamo provato in Bahrain nel 2010 – ha concluso Hembery – È evidente come l’esperienza gli sia stata d’aiuto. Per quanto riguarda Kimi (Raikkonen, ndr), infine, sembra che il passaggio dai nostri pneumatici da rally ai P Zero slick da Formula 1gli sia riuscito abbastanza bene!”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Le Pirelli in Bahrain sicuramente si sono comportate in maniera più che decorosa su un tracciato complicato perché non affrontato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-230412-pirelli.jpg Paul Hembery: “Le nostre gomme hanno risposto bene alle sfide del Bahrain”