La Pirelli nel corso di questo fine settimana esordirà nel Gran Premio d’India ma, differenza degli altri appuntamenti, il processo di conoscenza del circuito sarà condiviso con tutte le scuderie, dal momento che nessuno sinora ha girato nel nuovo impianto. Quindi per la Casa italiana le difficoltà saranno ulteriori, non potendo sfruttare i dati provenienti dalle varie squadre.

Paul Hembery, Direttore di Pirelli Motorsport, ha spiegato la filosofia alla base del prossimo fine settimana: “Nominando gli pneumatici hard e soft, abbiamo deliberatamente optato per una scelta conservativa, semplicemente perché su un circuito nuovo non si è mai certi delle condizioni di gara che si incontreranno – ha spiegato ai giornalisti – Tuttavia, abbiamo strutturato la dotazione in modo che i Team possano girare di più con gli pneumatici più morbidi, anche perché il venerdì riceveranno un set supplementare di soft”.

Logicamente è difficile fare supposizioni per la corsa, però Hembery non vuole tirarsi indietro: “Questo ci aiuterà a prendere delle decisioni sulla strategia per il prossimo anno, in particolare dopo aver visto l’eccellente durata delle mescole più morbide – ha messo poi in evidenza – È troppo presto per fare previsioni sul numero di pitstop in questo weekend, ma possiamo anticipare una differenza ragionevolmente significativa dei tempi sul giro tra le due mescole”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La Pirelli nel corso di questo fine settimana esordirà nel Gran Premio d’India ma, differenza degli altri appuntamenti, il processo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/f1-251011-pirelli.jpg Paul Hembery: “La Pirelli per l’India ha optato per una scelta conservativa”