Oltre alla scuderie di Formula anche la casa italiana di pneumatici Pirelli sarebbe favorevole alla realizzazione di alcuni test nei giorni successivi ai Gran Premi per poter valutare le migliorie che si possono apportare alle coperture. Un’ulteriore spinta ad un’attività che, in linea di massima, dovrebbe risultare sensata per un mondo ultra-tecnologico come quello della Formula 1.

Nonostante il tester ufficiale stia conducendo dei test privati a Monza, il direttore di Pirelli Motorsport Paul Hembery sottolinea come i test siano una soluzione quasi necessaria: “Stiamo lavorando sull’argomento, ma al momento non c’è nulla da dire – ha riferito ai media – Stiamo chiedendo un aiuto, poiché la Toyota del 2009 è differente da quelle presenti attualmente in Campionato”.

Dunque la richiesta viene quasi spontanea: “Sarebbe buona cosa fare alcuni test immediatamente dopo un Gran Premio – ha aggiunto Hembery – Non sappiamo ancora in quale data o su quale circuito”.

Infine il direttore di Pirelli Motorsport sottolinea come le scelte della Casa a proposito delle gomme non siano influenzate da fattori esterni: “Non sento la pressione di team come la Ferrari – ha riferito al termine – Leggo cosa dice la stampa alla fine della giornata di lavoro, ma nulla più di quello. Ci sono alcune mescole che si adattano meglio ad alcune persone in generale, in altri casi dipende dal tracciato e dal meteo, è molto difficile poter generalizzare”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Oltre alla scuderie di Formula anche la casa italiana di pneumatici Pirelli sarebbe favorevole alla realizzazione di alcuni test nei […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-040811-hembery-ungheria.jpg Paul Hembery: “La Pirelli necessita di test dopo i Gran Premi”