Il lavoro compiuto sinora dalla Pirelli è stato sicuramente positivo, poiché le scuderie avevano richiesto gomme che si degradassero più velocemente e garantissero spettacolo, così com’è avvenuto. Un lavoro difficile, soprattutto per un costruttore che vuole vendere normalmente un prodotto sicuro e resistente.

L’aspetto che probabilmente ha creato maggiori problemi al pubblico è stata la difficoltà nel distinguere gli pneumatici duri da quelli morbidi, a causa di una colorazione poco chiara. Già nei primi tre Gran Premi si sono visti cambiamenti che non hanno risolto comunque la questione.

A partire dal Gran Premio di Turchia la situazione cambierà, come afferma il direttore di Pirelli Motorsport Paul Hembery: “I colori saranno pieni colori sul fianco e si vedrà in maniera molto più significativa la quantità di colore che metteremo su cosicché il nero non sia dominante quando la ruota sta girando”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Il lavoro compiuto sinora dalla Pirelli è stato sicuramente positivo, poiché le scuderie avevano richiesto gomme che si degradassero più […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-220411-pirelli-cina.jpg Paul Hembery annuncia la nuova colorazione delle Pirelli dalla Turchia