Se il buongiorno si vede dal mattino, allora la Ferrari si è svegliata nel bel mezzo di un temporale di forte intensità. La metafora spiega bene quanto vissuto dalla scuderia di Maranello nel primo Gran Premio dell’anno in Australia, con Fernando Alonso capace di artigliare un prezioso e sofferto 5° posto, mentre Felipe Massa non ha visto il traguardo a causa del contatto con Bruno Senna, sebbene il weekend fosse stato a dir poco negativo.

Pat Fry, il Direttore Tecnico della scuderia, ha voluto parlare del GP: “Per quello che si è visto in questo fine settimana la nostra prestazione in gara è migliore rispetto a quella in qualifica – ha dichiarato – Oggi Fernando ha fatto una bellissima corsa ed è riuscito a portare a casa dei punti importanti. Peccato per Felipe: dobbiamo capire perché la sua vettura non era a posto da ieri e oggi se ne sono viste ulteriormente le conseguenze. Entrambi hanno fatto una bella partenza e hanno gestito al meglio la prima curva, recuperando così sin da subito il terreno perduto ieri pomeriggio: senza quel primo giro sarebbe stata dura perché ci sono tante vetture molto veloci e sarebbe stata un’impresa superarle”.

La neutralizzazione della corsa non ha agevolato la Rossa, ma in generale la vettura è inferiore alle rivali: “La Safety-car è entrata nel momento peggiore per Fernando ma non so se saremmo comunque riusciti a tenere dietro Webber nell’ultima parte di gara – ha riferito onestamente – Siamo indietro comunque rispetto ai migliori, anche se non tanto quanto si era visto ieri. Dobbiamo lavorare molto, questo è certo. La prossima settimana in Malesia avremo ancora una gara difficile: dovremo cercare di adattare la macchina al meglio alle caratteristiche del circuito di Sepang”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora la Ferrari si è svegliata nel bel mezzo di un temporale di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-190312-02.jpg Pat Fry ammette le difficoltà: “Dobbiamo lavorare molto, questo è certo”