Pastor Maldonado è stato l’unico pilota che ha avuto modo di partecipare (per giunta in maniera completa) a tutte e quattro le giornate di test ad Abu Dhabi, divise tra le sessioni riservate ai rookies e quelle dedicate invece ai nuovi pneumatici Pirelli. Il venezuelano, presentatosi da campione della GP2 Series, ha guidato per la Williams e per la Hispania, accumulando chilometri preziosi per ambire al debutto nel Mondiale di Formula 1.

“Mi sento davvero soddisfatto per questa esperienza, che posso deinire importantissima per moltissimi aspetti. Il bilancio è stato molto positivo in tutte e quattro le giornate. Nelle due squadre la comunicazione con gli ingegneri è stata favolosa, e mi ha aiutato parecchio nel migliorare i miei tempi”, ha raccontato Maldonado.

“Sono contentissimo, ma sono appena all’inizio del mio apprendistato in Formula 1. Credo comunque di aver dimostrato di poter essere all’altezza della categoria, spero quindi in buone notizie”.

Per adesso il 25enne di Maracay non ha voluto confermare le voci che lo danno ormai per sicuro alfiere della Williams nel 2011, al fianco di Rubens Barrichello: “Al momento non faccio nessun commento su questo. Mi auguro soltanto di essere in F1, dopo il titolo in GP2 sarebbe il passo logico. Sto lavorando sodo per farcela, e mi auguro di trovare posto in una buona scuderia”.

Venerdì e sabato il driver sudamericano ha recitato il ruolo di collaudatore per la Hispania, impegnata a scoprire le caratteristiche delle gomme Pirelli. “Il nostro obiettivo non era cercare il miglior tempo possibile, ma soltanto raccogliere tante informazioni per lo sviluppo della macchina. Alla fine però le prestazioni sono state ottime e abbiamo ridotto decisamente il gap da Lotus e Virgin”, ha concluso Maldonado.


Stop&Go Communcation

Pastor Maldonado è stato l’unico pilota che ha avuto modo di partecipare (per giunta in maniera completa) a tutte e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-21110-01.jpg Pastor Maldonado: “Davvero soddisfatto dei test”. No comment sull’ingaggio in Williams