Rivelatosi più redditizio del blasonato compagno di squadra nel Gran Premio inaugurale del Mondiale 2010 tenutosi in Bahrain lo scorso 14 marzo, a poche ore dalla ripresa delle ostilità a Melbourne il driver della Mercedes Nico Rosberg ha ammesso di considerare ‘pericolosa’ la relazione col sette volte iridato Michael Schumacher soltanto per quanto attiene alla pressione costante esercitata dai media.  

Purtroppo non posso dire molto di più sulla nostra relazione all’interno del team – ha spiegato con un po’ di disappunto Rosberg, senza ombra di dubbio uno dei piloti meno ‘costruiti’ del Circus – non ho nulla di negativo da riferire sul pilota più grande di sempre, che può tuttora contare su un enorme numero di supporters. Ma la stampa tende a seminare zizzania ponendo i fatti sotto una diversa luce. Devo essere prudente, soprattutto nelle dichiarazioni ai giornalisti”. 

Sotto il profilo puramente agonistico, l’ex portacolori della Williams ritiene di occupare un’ottima posizione agli occhi degli addetti ai lavori: “Per me è importante sapere di aver fatto del mio meglio. Se in alcune occasioni resterò dietro a Michael la gente penserà che è normale, quando invece sarò più veloce nessuno si dimenticherà di elogiare le mie performances”.   

Rosberg è inoltre convinto che i problemi di sottosterzo, palesatisi sulla Mercedes nel week-end di Sakhir, sono ormai in procinto di essere risolti: “Il sottosterzo ci ha dato fastidio, ma non è l’unico inconveniente che abbiamo. Personalmente non mi trovo bene a guidare in condizioni di elevato sottosterzo, ma stiamo progredendo con costanza e questo ci porterà a migliorare la resa del pacchetto complessivo”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Rivelatosi più redditizio del blasonato compagno di squadra nel Gran Premio inaugurale del Mondiale 2010 tenutosi in Bahrain lo scorso […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rosbz.jpg Nico Rosberg analizza i primi mesi di convivenza con Schumacher: “Il problema è la pressione esercitata dai media”