Un “serio guasto meccanico”, sul quale “il pilota non aveva controllo”: questa la motivazione dei commissari che scagionano così Kamui Kobayashi per l’incidente al via della gara odierna, nel quale è finito fuori pista portando con sé l’incolpevole Felipe Massa.

Agli occhi di tutti, e anche a detta dello stesso Kobayashi, la dinamica dell’incidente sembrava indicare un semplice errore del pilota: gomme non riscaldate alla perfezione, e poca aderenza alla prima frenata dopo la partenza, avevano portato il pilota Catheram ad arrivare lungo e a tamponare il collega della Williams, costringendo entrambi al ritiro.
La squadra ha però potuto dimostrare che la frenata di Kobayashi è stata influenzata dalla rottura dei freni posteriori della sua monoposto, liberando così il pilota da ogni responsabilità.

Rimane così intatta di tutti e dodici i suoi punti la “patente” del pilota nipponico: da quest’anno ai piloti saranno comminate, se colpevoli, penalità accumulabili che porteranno ad una gara di squalifica una volta raggiunto lo zero.

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Nessuna penalità a Kobayashi per l’incidente al primo giro con Felipe Massa: la causa non è un errore del pilota, ma la rottura dei freni sulla sua Caterham.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/aus2014_postgara_kobayashi.jpg Nessuna penalità a Kobayashi per l’incidente in partenza con Massa