Il fattore-gomme può essere interessante in regime di… monogomma? Certo che sì. La Pirelli continua a dimostrarsi propositiva nell’aumentare e migliorare il proprio coinvolgimento in Formula 1, aprendo nel week-end di Valencia un’ulteriore prospettiva: il ritorno dei pneumatici da qualifica.

Il responsabile sportivo della casa milanese, Paul Hembery, ha spiegato che questa è una eventualità allo studio per il 2013: “Abbiamo varie idee in mente, e fra queste c’è quella di coperture morbidissime per le qualifiche, che durerebbero soltanto un giro”.

“Alla fine è una decisione che spetta ai team, potrebbero anche dire di no”.

Le gomme da qualifica sono state utilizzate nel campionato soprattutto durante gli anni Ottanta e fino al 1991, quando proprio la Pirelli si ritirò dal Mondiale lasciando la Goodyear come unico fornitore. L’ipotesi si inserirebbe nel contesto delle modifiche al regolamento tecnico, che prevede una significativa riduzione del carico aerodinamico: “Per questo vorremmo dare alle squadre un modo per bilanciare il calo delle prestazioni. Potremmo anche aumentare il numero di mescole e portarne tre in ogni Gran Premio”.

Per l’anno prossimo è quasi certo l’incremento della fornitura di coperture intermedie nel fine settimana, mentre per il resto di questo campionato l’obiettivo è dar vita a strategie di due o tre pit-stop, senza arrivare agli estremi di quattro soste già toccati in alcuni round.


Stop&Go Communcation

Il fattore-gomme può essere interessante in regime di… monogomma? Certo che sì. La Pirelli continua a dimostrarsi propositiva nell’aumentare e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-280611-02.jpg Nel 2013 la Pirelli reintrodurrà le gomme da qualifica?