Si chiude con una grande McLaren-Mercedes la seconda sessione di prove libere a Monza: negli ultimi novanta minuti di questo venerdì, infatti, Hamilton e Button hanno trovato i due migliori tempi del week-end, separati da trentotto millesimi nel loro stint più veloce su gomma morbida.

Ma le McLaren non sono sole: Fernando Alonso, terzo in un pomeriggio travagliato come raramente accede, è in ritardo di soli cinquantotto millesimi su Hamilton, solo due centesimi nei confronti di Button.
Come detto, però, il Ferrarista ha vissuto una sessione veramente complicata: dopo la sostituzione del motore rotto stamattina, Alonso ha prima dovuto fare i conti con un guasto al freno anteriore sinistro, riparato dietro ad una vera e propria barriera umana di meccanici per non far inquadrare alla tv il particolare difettoso, e ha dovuto nel finale alzare bandiera bianca quando anche il cambio della sua Ferrari si è incastrato in seconda marcia.

Persa l’ultima mezz’ora di prove libere, Alonso potrà consolarsi col fatto che anche il cambio, così come il motore della mattina, non faceva parte delle unità marcate per l’utilizzo in gara e, quindi, non sarà passibile di penalità.

Al buon risultato in termini di velocità di Alonso ha risposto anche Felipe Massa, quarto proprio dietro allo spagnolo con meno di un decimo di ritardo: il brasiliano si è messo dietro Rosberg, quinto nonostante problemi al DRS, Raikkonen e le Force India di Di Resta ed Hulkenberg.

I motori Mercedes continuano a mostrare tutta la loro potenza in velocità di punta, con Perez che per pochi centesimi ha preceduto Schumacher, anche lui alle prese con noie meccaniche sulla sua Mercedes, che ha comunque trovato la velocità per rientrare nella Top 10.

Ancora fuori dai primi dieci le Red Bull: Webber è undicesimo, davanti a D’Ambrosio (il belga prosegue la sua progressione, ed è a soli sei decimi da Raikkonen!) Vettel è tredicesimo, primo dei piloti a più di un secondo da Hamilton.

Il bicampione del mondo precede Maldonado, Ricciardo e Kobayashi, tutti costretti in distacchi minimi, così come Senna e le sorprendenti Catheram di Kovalainen e Petrov, separate solo dalla Toro Rosso di Vergne.

Più indietro Marussia e HRT, con distacchi che superano rispettivamente i due e tre secondi.

Classifica

1. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1:25.290
2. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1:25.328 +0.038
3. Fernando Alonso – Ferrari – 1:25.348 +0.058
4. Felipe Massa – Ferrari – 1:25.430 +0.140
5. Nico Rosberg – Mercedes – 1:25.446 +0.156
6. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1:25.504 +0.214
7. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1:25.546 +0.256
8. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1:25.547 +0.257
9. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1:26.068 +0.778
10. Michael Schumacher – Mercedes – 1:26.094 +0.804
11. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1:26.104 +0.814
12. Jerome d’Ambrosio – Lotus-Renault – 1:26.157 +0.867
13. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1:26.394 +1.104
14. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1:26.404 +1.114
15. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1:26.724 +1.434
16. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1:26.730 +1.440
17. Bruno Senna – Williams-Renault – 1:26.783 +1.493
18. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1:26.841 +1.551
19. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1:26.864 +1.574
20. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1:27.222 +1.932
21. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1:27.944 +2.654
22. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1:27.968 +2.678
23. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1:28.575 +3.285
24. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1:28.779 +3.489

Massimo Caliendo

 


Stop&Go Communcation

Si chiude con una grande McLaren-Mercedes la seconda sessione di prove libere a Monza: negli ultimi novanta minuti di questo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/ita_lib2_2012.jpg Monza, Libere 2: Doppietta McLaren, ma Alonso c’è