Trionfo di Lewis Hamilton nel Gp d’Italia, tredicesima prova del campionato del mondo di Formula 1.

Il pilota della Mercedes si è imposto nell’ennesimo duello in famiglia con Nico Rosberg, approfittando di un errore del compagno di squadra, che gli ha gentilmente regalato il comando intorno alla metà di gara, arrivando lungo alla prima variante. Da lì in poi cavalcata indisturbata fino alla fine per Lewis, e seconda vittoria sul tracciato brianzolo, ma soprattutto successo importante in chiave mondiale; il divario da Rosberg, che resta leader, è sceso a -22 punti.

Eppure la gara per Hamilton non era cominciata nel migliore dei modi, con una partenza al rallentatore che lo ha fatto scendere al quarto posto, consentendo a Rosberg di balzare in testa. Superato lo shock iniziale, Lewis si è rapidamente ripreso, superando prima Magnussen e poi Massa, lanciandosi così all’inseguimento di Nico, per la solita gara solitaria delle Mercedes.

Alle spalle dei due battistrada lotte e sorpassi non si sono contati, e grande protagonista è stato Valtteri Bottas; il finlandese, precipitato in undicesima posizione dopo un via disastroso, ha rimontato furiosamente sorpassando chiunque si è trovato davanti, conquistando alla fine un buon quarto posto, alle spalle del team-mate Felipe Massa. Il brasiliano, autore di una gara ordinata, è riuscito così a conquistare il primo podio con la Williams.

Nemmeno l’aria di casa è servita, invece, a risollevare la Ferrari; per le due rosse gara anonimamente condotta lontano dai primi, e conclusa nel peggiore dei modi con il ritiro di Fernando Alonso, rimasto improvvisamente senza potenza. Non meglio è andata a Kimi Raikkonen, per il quale è arrivato soltanto il nono piazzamento. Limita i danni la Red Bull, che conquista quinto e sesto posto con Daniel Ricciardo e Sebastian Vettel, autori nel finale di un breve duello, che l’australiano ha vinto con un sorpasso d’astuzia nei confronti del campione del mondo, al termine di una gara condotta tutta in rimonta.

Completano la top ten la, dopo essersele date di santa ragione in una lunga serie di battaglie, la Force India di Perez e le McLaren di Button e Magnussen, con il danese che ha concluso decimo dopo che gli sono stati addebitati cinque secondi di penalità a fine gara, per aver spinto fuori pista Bottas durante un tentativo di sorpasso del finlandese. Buona gara da parte di Daniil Kvyat, partito nelle retrovie dopo una penalizzazione subita per aver utilizzato il sesto motore stagionale; il giovane russo è risalito fino a rimanere appena fuori dalla zona punti, ma nelle fasi finali ha rischiato di causare un brutto incidente, frenando in ritardo alla prima variante e arrivando quasi a tamponare Raikkonen.

Prossimo appuntamento con la Formula 1 il prossimo 21 settembre, sul tracciato Marina Bay di Singapore, per la seconda gara in notturna dell’anno.

Monza, Gara – Classifica

1. Lewis Hamilton – Mercedes
2. Nico Rosberg – Mercedes – +3.1
3. Felipe Massa – Williams – +25.0
4. Valtteri Bottas – Williams – +40.7
5. Daniel Ricciardo – Red Bull – +50.3
6. Sebastian Vettel – Red Bull – +59.9
7. Sergio Perez – Force India – +62.5
8. Jenson Button – McLaren – +63.0
9. Kimi Räikkönen – Ferrari – +63.5
10. Kevin Magnussen – McLaren – +66.1
11. Daniil Kvyat – Toro Rosso – +71.1
12. Nico Hulkenberg – Force India – +72.6
13. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso – +73.0
14. Pastor Maldonado – Lotus – +1 Lap
15. Adrian Sutil – Sauber – +1 Lap
16. Romain Grosjean – Lotus – +1 Lap
17. Kamui Kobayashi – Caterham – +1 Lap
18. Jules Bianchi – Marussia – +1 Lap
19. Esteban Gutierrez – Sauber – +2 Lap
20. Marcus Ericsson – Caterham – +2 Lap
Ret. Fernando Alonso – Ferrari – +25 Laps
Ret. Max Chilton – Marussia – +48 Laps

Federico Fadda


Stop&Go Communcation

Lewis conquista il Gp d’Italia in rimonta, approfittando di un errore del compagno-rivale. Debacle totale per la Ferrari: Alonso ritirato, Raikkonen 9°.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/Hamilton09.jpg Monza, Gara: Vittoria scaccia-crisi per Hamilton, ma che regalo di Rosberg!