Quasi quattro decimi di distacco al compagno di squadra, e una pole position messa al sicuro proprio quando le temperature calano e tutti gli avversari rallentano: questo il capolavoro di Lewis Hamilton, in pole position a Monaco per la prima volta in carriera.

Una pole costruita in un week-end dove è stato senz’altro il pilota più in forma, mettendo grande pressione su Nico Rosberg che si è reso protagonista di due errori consecutivi alla Santa Devota: due “lunghi”, uno innocuo alla fine della Q2 e uno, decisivo, al momento del suo giro buono in Q3. Si spiegano così i quasi quattro decimi di ritardo sul traguardo finale, con la doppietta Mercedes comunque messa al sicuro da altri quattro decimi e mezzo rifilati dalle frecce d’argento al resto del gruppo.

Il primo degli “umani” è Sebastian Vettel: dopo il miglior tempo della mattinata, ottenuto con condizioni di traffico favorevoli, il ferrarista ha comunque ottenuto il massimo risultato possibile mettendosi davanti ad entrambe le Red Bull, che con Ricciardo e Kvyat hanno relegato un remissivo Raikkonen in sesta posizione.

Il ferrarista si ritroverà così a partire in terza fila dopo le buone prestazioni delle libere, e in Q3 è stato davanti a uno straordinario Sergio Perez con la Force India e alle Toro Rosso di Sainz e Verstappen, separati dalla Lotus di Maldonado.

Rimane fuori dalla Top 10 la seconda Lotus, quella di Grosjean, che domani perderà ulteriori cinque posizioni per la sostituzione del cambio prima del Gran Premio. Fanno un piccolo passo avanti, quindi, i piloti della Q2 con Button davanti ad Hulkenberg, Massa ed Alonso.

I due ex compagni di squadra in Ferrari hanno vissuto un sabato senz’altro frustrante: il brasiliano è il migliore della Williams, che vede Bottas addirittura diciassettesimo, mentre l’asturiano puntava alla Top 10 ma è stato fermato da un guasto meccanico sulla sua McLaren-Honda.

Completano la classifica le Sauber di Nasr (sedicesimo) ed Ericsson (diciottesimo), davanti alle Manor di Stevens e Merhi.

Con la minaccia della pioggia ancora ben presente, l’appuntamento è tra meno di ventiquattr’ore: alle 14:00 di domani, infatti, si spegnerà il semaforo del Gran Premio di Montecarlo 2015.

GP Montecarlo, Qualifiche – Classifica:

1. Lewis Hamilton – Mercedes – 1’15.098
2. Nico Rosberg – Mercedes – 1’15.440 – +0.342
3. Sebastian Vettel – Ferrari – 1’15.849 – +0.751
4. Daniel Ricciardo – Red Bull/Renault – 1’16.041 – +0.943
5. Daniil Kvyat – Red Bull/Renault – 1’16.182 – +1.084
6. Kimi Raikkonen – Ferrari – 1’16.427 – +1.329
7. Sergio Perez – Force India/Mercedes – 1’16.808 – +1.710
8. Carlos Sainz – Toro Rosso/Renault – 1’16.931 – +1.833
9. Pastor Maldonado – Lotus/Mercedes – 1’16.946 – +1.848
10. Max Verstappen – Toro Rosso/Renault – 1’16.957 – +1.859

11. Jenson Button – McLaren/Honda – 1’17.093 – +1.995
12. Nico Hulkenberg – Force India/Mercedes – 1’17.193 – +2.095
13. Felipe Massa – Williams/Mercedes – 1’17.278 – +2.180
14. Fernando Alonso – McLaren/Honda – 1’26.632 – +11.534

15. Felipe Nasr – Sauber/Ferrari – 1’18.101 – +3.003
16. Romain Grosjean – Lotus/Mercedes – 1’17.007 – +1.909
17. Valtteri Bottas – Williams/Mercedes – 1’18.434 – +3.336
18. Marcus Ericsson – Sauber/Ferrari – 1’18.513 – +3.415
19. Will Stevens – Marussia/Ferrari – 1’20.655 – +5.557
20. Roberto Merhi – Marussia/Ferrari – 1’20.904 – +5.806

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Un immenso Lewis Hamilton strappa la pole a Montecarlo: battuti Rosberg, protagonista di troppi errori, e Vettel, ottimo terzo con la Ferrari.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/05/mon_2015_q3_hamilton.jpg Montecarlo, Qualifiche: Super pole per Hamilton, Rosberg sbaglia