Jenson Button firma con perizia sartoriale la quarta pole position della stagione al volante della velocissima Brawn Grand Prix. A fargli compagnia in prima fila sullo schieramento di partenza del Gran Premio di Monaco in programma domani sulle stradine del Principato ci sarà il finlandese Kimi Raikkonen, pronto a raccogliere il testimone di Felipe Massa, protagonista di un errore di guida all’inizio della Q1 che ne ha probabilmente ridimensionato le ambizioni.

Positivo il terzo posto di Rubens Barrichello, abile a non perdere il contatto con il compagno di scuderia Button.  Sembra volersi concentrare sulla gara Sebastian Vettel, buon quarto, mentre Massa ha chiuso in quinta posizione a dispetto del testacoda alle Piscine.

Nella top ten anche Nico Rosberg, particolarmente a suo agio a Montecarlo, il redivivo Heikki Kovalainen, l’unico pilota della scuderia di Woking a tenere alto l’orgoglio McLaren nonostante l’incidente del caposquadra Lewis Hamilton che ha richiesto persino la sospensione con bandiera rossa, quindi Mark Webber, Fernando Alonso e Kazuki Nakajima. 

Griglia di Partenza (clicca qui) 

Cronaca delle Qualifiche  

Un cielo parzialmente nuvoloso accoglie i venti piloti iscritti al campionato del mondo di F.1 edizione 2009 a pochi minuti dall’inizio delle prove ufficiali, utili a determinare lo schieramento di partenza del Gran Premio di Monaco in programma domani. Il leader del campionato Jenson Button termina le operazioni di vestizione all’interno del box Brawn Grand Prix con l’obiettivo di attaccare già in Q1, proprio mentre Timo Glock cerca la giusta concentrazione poco prima di calarsi nell’abitacolo della Toyota.  

In Q1 i primi a familiarizzare con il circuito monegasco sono Jarno Trulli e Timo Glock, gli alfieri della Toyota, decisi a mettere alla frusta le TF109, apparse in evidente difficoltà nelle sessioni di libere. Colpo di scena alla curva delle Piscine: Felipe Massa finisce in testacoda e tocca il guard rail danneggiando l’ala anteriore. Il brasiliano della Ferrari riesce comunque a rientrare ai box senza particolari problemi. Intanto anche i piloti della Force India scendono in pista, con Fisichella in grado di realizzare un interessante 1:19.473, subito migliorato dal sopraggiungente Trulli. Il romano continua tuttavia a girare su buoni tempi e firma un 1:17.907 mettendosi alle spalle il compagno di colori Adrian Sutil. A quindici minuti dal termine della prima manche ci pensa Sebastien Buemi ad issarsi in cima alla lista dei tempi grazie ad un 1:17.225. Kimi Raikkonen si porta sul tracciato, proprio mentre Heikki Kovalainen realizza un parziale record. La maggior parte dei piloti decidono in questo frangente di montare gomme dure, ad esclusione di Force India, Williams e Renault. Anche il ferrarista Raikkonen sceglie gli pneumatici più teneri e guadagna il terzo posto dietro a Vettel, autore del miglior tempo in 1:16.499, e Kovalainen. La risposta di Jenson Button non si fa attendere: l’inglese della Brawn ottiene infatti il secondo tempo subito dietro al leader Vettel, finalmente a suo agio con la Red Bull dotata di doppio diffusore. Nessuno sembra per il momento in grado di battere il tempo del tedesco, finché sulla scena non irrompe Button (1:15.817). Rubens Barrichello lancia la sua personale sfida al compagno di squadra e si porta immediatamente al comando nonostante un leggero svarione in un difficile punto del circuito monegasco. Finisce ingloriosamente contro il muro il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, che danneggia la sospensione posteriore sinistra e scende nervosamente dalla sua McLaren. Bandiera rossa e qualifiche sospese fino a nuovo ordine per liberare la pista dai detriti lasciati sulla sede stradale dalla monoposto incidentata di Hamilton. Un paio di minuti sono sufficienti ai commissari per consentire la regolare prosecuzione della Q1. Al riaccendersi del semaforo verde sul tracciato si fanno vedere le Ferrari di Massa e Raikkonen, desiderosi di mettersi al sicuro dalla tagliola rappresentata dalla cosiddetta “knockout zone”. I tempi del piccolo brasiliano, inizialmente piuttosto alti, risentono probabilmente del nervosismo accumulato in seguito all’errore commesso nei primi minuti delle qualifiche alle Piscine. Raikkonen riesce invece a riprendere il ritmo più rapidamente tanto che a tre minuti dalla conclusione della Q1 artiglia il secondo tempo. Anche Massa risale posizioni e si porta in quarta piazza. Robert Kubica effettua un ultimo tentativo per evitare l’eliminazione. Zampata di Button che guadagna la testa firmando un impressionante 1:15.210, proprio mentre il suo compagno di squadra realizza ottimi parziali. Meglio dell’inglese della Brawn fa Rosberg, che precede Button, Webber, Massa, Barrichello, Kovalainen, Raikkonen, Buemi. Eliminati Lewis Hamilton, Nick Heidfeld, Robert Kubica, Jarno Trulli e Timo Glock, mentre accedono per la prima volta alla Q2 le Force India di Fisichella e Sutil. 

In Q2 Kazuki Nakajima su Williams prende subito la via della pista, imitato dal compagno di scuderia Rosberg, quindi da Barrichello e Bourdais. Anche i ferraristi non tardano l’ingresso, con Raikkonen che ottiene un 1:15.332 e si porta al comando della classifica davanti a Massa. Migliora rispetto ai ferraristi Sebastian Vettel, in vetta a dieci minuti dal termine di una combattutissima seconda manche. Nico Rosberg non si smentisce e firma un 1:14.846 che almeno per il momento nemmeno Vettel riesce a battere. Diversi piloti continuano a scambiarsi la posizione di leadership, fino a quando non sopraggiunge uno scatenato Heikki Kovalainen, desideroso di far dimenticare le opache prestazioni dei Gran Premi precedenti. Il dominatore dell’ultima sessione di libere Fernando Alonso si attarda un po’ prima di scendere in pista, ma realizza fin dai primi intertempi parziali molto interessanti. Testacoda per Nelson Piquet all’entrata della curva Antony Noghes, proprio mentre il suo compagno di squadra riesce a portarsi in ottava posizione. Viene annunciato un taglio di chicane ad opera di Fisichella: il pilota romano della Force India perde i suoi tempi cronometrati e deve ricominciare da capo a ‘spremere’ la vettura per sperare di evitare la quindicesima posizione. Piquet torna in pista dopo l’errore commesso all’ultima curva prima del traguardo con l’obiettivo di agguantare l’accesso alla determinante Q3, ma fallisce il tentativo. Il miglior tempo, ottenuto negli istanti finali, è ad appannaggio di Raikkonen (1:14.514), seguono Kovalainen, Webber, Barrichello, Rosberg, Vettel, Massa, Button. Prestazione positiva per Nakajima, capace di assicurarsi l’ingresso all’ultima eliminazione su uno dei circuiti più impegnativi nel panorama del motorsport internazionale. Eliminati Piquet, Buemi, Bourdais, Fisichella, Sutil. 

In Q3 tutti in pista per l’assalto alla pole position, che a Montecarlo tradizionalmente equivale ad aver messo le mani su mezza vittoria. Il primo a realizzare un giro cronometrato è Sebastian Vettel, intenzionato a dare filo da torcere ai rivali diretti. Il tedesco della Red Bull ottiene un 1:16.206 e riesce a precedere Button, Raikkonen e Barrichello. Sopraggiunge nel frattempo il sorprendente Rosberg, che si porta al comando delle operazioni davanti a Massa. A cinque minuti dal termine della Q3 arriva la reazione di Vettel, autore di un 1:15.395. Migliora Barrichello, che paga però un decimo di ritardo dalla prestazione fatta segnare dal giovanissimo pilota della Red Bull. Tra i due si inserisce Rosberg. Non scende in pista Webber, deciso ad attendere gli ultimi minuti utili prima di effettuare il suo tentativo. Ad un minuto e mezzo dalla conclusione Raikkonen guadagna la seconda posizione a 27 centesimi dal miglior tempo di Vettel. Massa si porta al terzo posto, proporio mentre Raikkonen ottiene intertempi record. Button ottiene la pole position precedendo di 25 millesimi in finlandese della Ferrari, seguono Barrichello, Vettel, Massa, Rosberg, Kovalainen, Webber, Alonso, Nakajima.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Jenson Button firma con perizia sartoriale la quarta pole position della stagione al volante della velocissima Brawn Grand Prix. A […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/button-monaco.jpg Montecarlo – Qualifiche: Pole position per Button. Ferrari in prima fila con Raikkonen, Massa 5°. Errore Hamilton fuori in Q1